rotate-mobile
Cronaca

Ad Agrigento il valore medio di protesti più alto della Sicilia

Con un titolo ogni 48,9 abitanti la città dei templi è seconda provincia a più bassa densità di...

Nel 2010 il valore medio di un protesto ad Agrigento era di 2.727,3 euro, l’ammontare più alto a livello regionale. Das Italia, compagnia specializzata nella tutela legale, ha analizzato i dati riferiti agli ultimi tre anni (2008-2010), un fenomeno che coinvolge non soltanto i consumatori privati, ma che sta prendendo piede anche tra le aziende. L’indagine è stata condotta per valutare eventuali sviluppi della polizza Difesa Business, che fornisce, con una linea di 10 prodotti dedicati, assistenza e consulenza legale alle Pmi per i possibili inconvenienti legati alla gestione aziendale.

“In una nostra recente ricerca di mercato – afferma Marco Rossi, Responsabile della Divisione Tecnico-Commerciale di Das Italia – oltre il 70 percento degli imprenditori e il 78 percento dei liberi professionisti interpellati aveva manifestato l’esigenza di una polizza di tutela legale per gestire il recupero dei crediti, a riprova di quanto tale ambito rappresenti in questo periodo una necessità prioritaria e legata alla sopravvivenza stessa dell’azienda. Riscontrando questa esigenza sempre più forte, abbiamo creato una struttura interna dedicata a questo tipo di attività, il Centro Servizi Legali, che in poco più di un anno ha recuperato oltre tre milioni di euro di crediti pendenti in favore delle aziende assicurate. Stiamo ora proseguendo con ulteriori analisi di mercato che ci consentiranno di comprendere sempre meglio i bisogni delle imprese e dei liberi professionisti con l’intento di perfezionare ancor più i servizi offerti dalla Compagnia”.

Anche Messina (2.484,8 euro), Caltanissetta (2.426,5 euro) ed Enna (2.377,4 euro) registrano valori medi consistenti. Di contro Palermo con un importo di 1.547,6 euro ha l’ammontare medio complessivo più basso in Italia. A livello nazionale Viterbo (5.606,3 euro) rileva l’importo più alto, seguita da Trento (5.135,8 euro) e Prato (4.801,8 euro).

Se il valore medio di protesto risulta il più alto in regione di contro il numero di effetti nell’ultimo triennio è diminuito del 5,5 percento portando a 9.285 i titoli in circolazione.

Le province siciliane che hanno registrato i cali più significativi sono Enna (-21,9 percento), Palermo (-10,2 percento) e Catania (-8,5 percento). Gli incrementi del numero di titoli più consistenti si sono avuti, invece, a Caltanissetta (+23,6 percento) e Siracusa (+14,5 percento). A livello nazionale nelle province di Rieti (-72,6 percento) e L’Aquila (-33,6 percento) i protesti sono diminuiti più che altrove. A Siena (+51,5 percento) e Oristano (+48,8 percento) si è avuto l’aumento più forte della Penisola.

Con un titolo ogni 48,9 abitanti Agrigento è la seconda provincia dell’isola, dopo Enna (1 ogni 80,1 abitanti) a più bassa densità di protesti. Nella regione i rapporti di concentrazione più consistenti si registrano a Ragusa (1/23,3 abitanti – quarta in Italia), Trapani (1/29,9 abitanti) e Siracusa (1/31,4 abitanti).
A livello nazionale Crotone (1 ogni 21,9 abitanti) e Salerno (1 ogni 21,8 abitanti) dominano la classifica con i valori di concentrazione più elevati. Le province italiane con minore densità sono, invece, Bolzano (1 ogni 277,5 abitanti) e Trento (1 ogni 243,2 abitanti).

Considerando l’ammontare dei titoli (25,3 milioni di euro) Agrigento rileva una diminuzione del 4,2 percento. Nella regione i cali più consistenti del valore totale dei protesti si sono registrati a Palermo (-25,6 percento), Catania (-24,4 percento) e Ragusa (-16,4 percento).  La consistenza complessiva dei titoli, invece, è aumentata soprattutto a Caltanissetta (+22,8 percento), Trapani (+6,3 percento)  e Siracusa (+5,9 percento). A livello nazionale miglioramenti rilevanti si sono avuti a Rieti (-79 percento) e Arezzo (-44 percento), mentre Viterbo (+190 percento) e Rovigo (+97 percento) sono risultate le province italiane meno “virtuose”.

“Nonostante i protesti nel 2010 siano calati per numero e soprattutto per l’ammontare rispetto al 2009 - conclude Marco Rossi – la garanzia di recupero crediti inclusa tra le opzioni facoltative del prodotto Difesa Business, risulta essere tra le più richieste  dai piccoli imprenditori italiani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad Agrigento il valore medio di protesti più alto della Sicilia

AgrigentoNotizie è in caricamento