menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciacca, Porto e Museo del Mare: acquisizione aree demaniali

Il Comune di Sciacca ha acquisito circa diecimila metri quadrati di aree demaniali per la realizzazione di opere di manutenzione della parte terminale dei moli del porto e interventi del sito del Museo del Mare e delle Attività Marinare di contrada Muciare

Il Comune di Sciacca ha acquisito circa diecimila metri quadrati di aree demaniali per la realizzazione di opere di manutenzione della parte terminale dei moli del porto e interventi del sito del Museo del Mare e delle Attività Marinare di contrada Muciare. A consegnare le aree al Settore Patrimonio del Comune il Servizio Demanio Marittimo della Regione Siciliana.

Ne danno notizia il sindaco Fabrizio Di Paola, l’assessore ai Lavori Pubblici Ignazio Bivona e il presidente del Consiglio comunale Calogero Bono. “Il Comune di Sciacca – dicono – è ora finalmente nelle condizioni di appaltare le opere già finanziate per un importo complessivo di 670 mila euro: 500 mila euro per opere al porto, 170 mila euro per interventi in contrada Muciare. È un finanziamento del Ministero dell’Economia la cui istruttoria è stata seguita dal senatore Giuseppe Marinello. L’ufficio Patrimonio del Comune emetterà il bando di appalto dei lavori a breve. Diversi gli interventi previsti. Nella zona portuale sarà messa in sicurezza l’imboccatura e altre parti. Prevista la sistemazione della parte finale del molo di levante, la collocazione nel molo di ponente di un pontile galleggiante per mitigare il moto ondoso che si fa pericoloso in presenza di libeccio, la rimozione di sassi nei fondali del porto, la sistemazione di alcune parti di banchina e altri piccoli interventi. Importanti opere anche per migliorare la fruizione e la protezione del sito del Museo del Mare. Il primo intervento prevede la realizzazione di una scogliera a mare a protezione della costa, per limitare il fenomeno dell’erosione delle correnti marine. Poi sarà realizzato un percorso di collegamento pedonale dal Museo fino al Viale delle Terme, su un antico stracciato. Previsti, infine, il completamento della sistemazione del piazzale antistante l’edificio e un collegamento idrico”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento