"Acque piovane convogliate nelle fognature", scoperti quattro casi

Controlli sono stati effettuati nella zona del Villaggio Mosè, dove sono stati scoperti casi in due abitazioni di via degli Eucalipti, in via Dara e via Terranova

Un tratto di via degli Eucalipti

Sono in tutto quattro i nuovi casi di cittadini che avrebbero convogliato le acque piovane, provenienti dai pluviali, terrazze, piazzali, grondaie, nella fognatura destinata alle sole acque nere. Controlli sono stati effettuati nella zona del Villaggio Mosè, dove sono stati scoperti casi in due abitazioni di via degli Eucalipti, in via Dara e via Terranova.

L'immissione di acque meteoriche avrebbe provocato la fuoriuscita di liquami dai pozzetti di ispezione della rete fognante, posizionati lungo la battigia, nel tratto compreso tra la villa Sandro Pertini e la traversa Mare Nostrum a San Leone, ma anche dal pozzetto di piazzale Giglia, nell’area antistante al chiosco Pisciotto.

Il sindaco Lillo Firetto, ha già firmato le ordinanze a carico dei cittadini. "Si provveda entro e non oltre 15 giorni a scollegare dal collettore delle acque nere tutte le acque provenienti - scrive il sindaco - da tetti, terrazze, spiazzali e caditoie, a salvaguardia dell'igiene, della salute pubblica e della pubblica incolumità". In caso di inottemperanza si dovrebbe provvedere all'esecuzione d'ufficio a spese del proprietario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

  • Scoppia una maxi rissa a Porto Empedocle, più feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento