rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Valle dei Templi

Valle dei Templi, si cerca acqua sotterranea e si piantano 1.000 mandorli: affidati lavori e forniture

Fra i compiti istituzionali del Parco archeologico c’è, del resto, anche quello di accrescere la sensibilità per la tutela del patrimonio e dell’ambiente

Cercasi acqua sotterranea. Acqua che servirà per irrigare alcune colture già presenti, e quelle che verranno avviate in futuro, nel patrimonio paesaggistico e naturalistico all’interno dell’area demaniale della Valle dei Templi. Per trovare il prezioso liquido, il Parco archeologico – con il suo direttore Roberto Sciarratta – hanno dunque deciso, e affidato, i saggi per la ricerca di acqua sotterranea e questo, appunto, per preservare e mantenere il patrimonio presente.

Fra i compiti istituzionali del Parco archeologico Valle dei Templi c’è, del resto, anche quello di accrescere la sensibilità per la tutela del patrimonio e dell’ambiente. La somma impegnata, per realizzare i saggi, è stata di 6.495,77 euro e l’incarico è stato dato alla ditta Talmi Salvatore di Agrigento.

Il Parco archeologico ha deciso, inoltre, di rimpinguare il patrimonio arboreo presente nell’area della Valle dei Templi con la piantumazione di nuovi alberi. Saranno ben mille le piantine di mandorlo che verranno messe a dimora, con tanto di paletto di sostegno e di protezione anti-roditore. Si occuperà di tutto, per 17 mila euro oltre Iva, la ditta Frenda Calogero di Raffadali. L’impegno di spesa complessivo, in questo caso, è stato di 20.740 euro. E’ sempre con attenzione, dunque, che il Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi guarda all’ambiente circostante e al suo patrimonio verde, pensando sia a nuove piante da far collocare che al loro mantenimento. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valle dei Templi, si cerca acqua sotterranea e si piantano 1.000 mandorli: affidati lavori e forniture

AgrigentoNotizie è in caricamento