menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ARCHIVIO

FOTO ARCHIVIO

Accusato da un giovane di avergli venduto droga, assolto trentenne

Il gip rigettò l'intercettazione dopo che il presunto pusher era stato riconosciuto in un album fotografico

Riconosciuto da un consumatore di droga, che era stato fermato dai carabinieri e invitato a dire chi gliel'avesse fornita, finisce a processo con l'accusa di cessione di stupefacenti. In prima battuta il gip aveva respinto la richiesta della Procura di disporre le intercettazioni, adesso la vicenda si è conclusa con l'assoluzione. La sentenza è stata emessa dal gip nei confronti di Silvestre Giovanni Russo, 30 anni, con alle spalle diverse vicissitudini giudiziarie. La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico Giuseppa Zampino.

Russo, che è stato difeso dall'avvocato Fabio Inglima Modica, era finito a processo con l'accusa di avere ceduto 8 grammi di hashish, pari a circa 22 dosi medie giornaliere. Un giovane, il 9 giugno del 2013, viene venne fermato dai carabinieri a San Leone e, dopo una perquisizione, trovato in possesso della droga. Il trentenne si giustificò dicendo di averla comprata e di essere un semplice consumatore.

Ai militari viene fatto il nome di Russo, l'uomo riconosce pure l'imputato in un album fotografico e la Procura apre un'indagine a suo carico chiedendo pure, ma senza ottenerlo, di poterlo intercettare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento