rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca Cianciana

Ha accoltellato moglie e figli: prima notte di carcere per il meccanico, i bambini sono entrambi in Rianimazione

Il piccolo di 6 anni è ricoverato al Civico dove ha subito un delicato intervento chirurgico: una delle coltellate inferte dal padre gli ha sfiorato il cuore e toccato un polmone. La sorellina di 3 anni è in Terapia intensiva all'ospedale dei bambini, il "Di Cristina". I medici sono preoccupati

Sono entrambi in Rianimazione, in pericolo di vita, i bambini di 6 e 3 anni che ieri, all'ora di pranzo, sono stati accoltellati dal loro papà. Il piccolo di 6 anni è ricoverato al Civico, mentre la sorellina in Terapia intensiva all'ospedale dei bambini, il "Di Cristina", di Palermo dove sono stati trasferiti con l'elisoccorso del 118. 

Il bambino non appena arrivato all'ospedale di Palermo è stato operato in Cardiochirurgia pediatrica: una delle coltellate inferte dal padre fra torace e addome gli ha sfiorato il cuore e toccato un polmone. A ruota, i medici lo hanno sottoposto ad una seconda operazione in Neurochirurgia al cervello.

La sorellina ha diverse ferite al volto e due molto profonde preoccupano i medici. La bimba, consegnata dall'uomo che si era
barricato in casa, ha perso molto sangue. Nelle prossime ore saranno risvegliati per verificare se vi siano dei danni gravi neurologici. "La situazione è in evoluzione - dicono dall'ospedale i medici -  al momento non si può dire di più. Si sta facendo di tutto per salvarli". 

Accoltella moglie e figli, arrestato dopo ore di trattative: gravi le condizioni dei 2 fratellini

È fuori pericolo invece, e già da ieri pomeriggio, dopo che è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico all'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento la moglie-mamma, una donna di origini polacche, che era stata accoltellata anche lei all'addome. 

Rilievi dei carabinieri davanti casa di Cianciana dopo accoltellamento-2

Il meccanico 34enne di Cianciana, dopo essere stato convinto a uscire di casa (ed è stato possibile grazie ad una estenuante mediazione fatta dal negoziatore del reparto Operativo) e dopo aver rischiato di essere linciato da un uomo che ha anche colpito con un pugno l'auto dei carabinieri, è stato trasferito al carcere di Sciacca. Secondo quanto apprende AgrigentoNotizie, il meccanico non ha aperto bocca. È rimasto in categorico silenzio. È accusato, naturalmente, di triplice tentato omicidio. 

Alla base di quelle che sono state ore e ore di follia c'è stata una lite, sicuramente l'ennesima, dopo che la moglie aveva già preannunciato di volerlo lasciare. 

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha accoltellato moglie e figli: prima notte di carcere per il meccanico, i bambini sono entrambi in Rianimazione

AgrigentoNotizie è in caricamento