rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024

"Alloggi umidi, maleodoranti e cibo pessimo": la testimonianza di un migrante ospite di “Villa Sikania”

L'uomo di origine nord africana avrebbe segnalato le criticità alla Prefettura e questo non sarebbe stato gradito dai responsabili del centro

“Questa è reclusione” così i migranti ospiti del centro di accoglienza straordinaria “Villa Sikania” di Siculiana hanno scritto su una parete della struttura che attualmente accoglie un centinaio di persone. In periodo pandemico, l'immobile che in passato era utilizzato per banchetti nuziali, è stato costantemente presidiato da esercito e forze dell'ordine perché era adibito a centro di quarantena per i migranti, ma dalla cessazione dello stato di emergenza Covid, la vigilanza della struttura è curata dai responsabili del centro.

Diverse sono le criticità denunciate da un richiedente asilo (la cui identità è stata preservata) che ci ha fornito anche le immagini dello stato di degrado nel quale versano gli alloggi. Il giovane nord africano, si è soffermato particolarmente sulle vistose macchie di umidità e sulla qualità del cibo. L'uomo, dai microfoni di AgrigentoNotizie, dice anche di essersi recato alla Prefettura di Agrigento per segnalare i problemi. Denunce quest'ultime, che sempre secondo il nord africano, non sarebbero state gradite dai responsabili del Cas che gli avrebbero  detto: "Tu sei andato in Prefettura e noi ti buttiamo fuori, chi sbaglia paga". 
 

I responsabili della comunità, contattati dalla redazione, hanno preferito non replicare.

Da mesi sono “ospiti” a Villa Sikania e hanno pure preso la scabbia: migranti protestano davanti la Prefettura

Aggiornato alle 16.

Video popolari

"Alloggi umidi, maleodoranti e cibo pessimo": la testimonianza di un migrante ospite di “Villa Sikania”

AgrigentoNotizie è in caricamento