rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca Siculiana

Abusivismo su aree demaniali, demolizioni effettuate dagli stessi proprietari

L'appello della Guardia di finanza: "I proprietari delle aree private e dei locali turistici, qualora interessati alla realizzazione di opere regolari e sicure, dovranno chiedere le autorizzazioni agli enti preposti"

Le opere abusive sono state abbattute. La spiaggetta di Giallonardo è tornata libera. Dopo le convalide dei sequestri, effettuati dall'Autorità giudiziaria ed il proseguimento delle attività di indagine dei militari della tenenza, - rendono noto dal comando provinciale delle Fiamme Gialle - si è già avviata la prima demolizione, a cura degli stessi responsabili dell’abuso, sotto la stretta vigilanza dei finanzieri.

Al via le operazioni di ripristino dei luoghi 

Nei primi giorni del mese di agosto erano state sequestrate, durante l’operazione a salvaguardia delle coste Agrigentine, dalla Guardia di finanza della compagnia e dalla tenenza di Porto Empedocle, diverse aree demaniali occupate abusivamente con gazebi in legno, platee in cemento, scale e discese a mare, lungo la fascia costiera da Porto Empedocle a Siculiana Marina e Realmonte.

Il blitz della Guardia di finanza: sequestrate diverse aree demaniali  

"I proprietari delle aree private e dei locali turistici, qualora interessati alla realizzazione di opere regolari e sicure, dovranno chiedere le autorizzazioni agli enti preposti, nel rispetto delle norme vigenti" - avviano le Fiamme Gialle. 

Abusi sulle spiagge, al via le demolizioni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo su aree demaniali, demolizioni effettuate dagli stessi proprietari

AgrigentoNotizie è in caricamento