rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

"Rapporti sessuali con la nipote di 15 anni", il processo non sarà azzerato

La difesa aveva sollevato un'eccezione legata al capo di imputazione: "Non contiene elementi penalmente rilevanti". Dopo la modifica dei reati da parte del pm, i giudici ordinano di proseguire

Eccezione rigettata: il processo a carico di un quarantenne, accusato di violenza sessuale ai danni della nipote quindicenne, con cui avrebbe avuto un rapporto sessuale consensuale in una circostanza in cui gli sarebbe stata affidata dai genitori, va avanti e non subirà alcun azzeramento.

Lo hanno deciso i giudici della seconda sezione penale, ieri mattina, dopo che i difensori dell’imputato – gli avvocati Angelo Farruggia e Annalisa Russello – avevano sollevato una questione procedurale che rischiava di invalidare il processo. "Il capo di imputazione – aveva sostenuto la difesa - non contiene elementi penalmente rilevanti perché consumare rapporti sessuali con una ragazzina che ha più di 14 anni non è reato, contrariamente a quello che c'è scritto nel capo di accusa”.

La legge equipara i rapporti sessuali con minori di quattordici anni alla violenza sessuale anche in presenza del consenso. Dai quattordici ai sedici anni è reato solo in presenza di precisi requisiti. “Che non sono in nessun modo indicati nel capo di imputazione”, avevano sottolineato i difensori. La questione era stata sollevata dopo che il pm Matteo Delpini, all'udienza precedente, aveva chiesto di modificare il capo di imputazione inserendo la circostanza che l'imputato fosse il tutore della ragazzina, particolare che ha fatto diventare penalmente rilevante la condotta contestata.

La vicenda, sulla quale gli inquirenti hanno sempre tenuto un massimo riserbo anche in considerazione dell’età della vittima, scaturisce da una denuncia presentata da alcuni familiari della ragazzina dopo avere appreso la circostanza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rapporti sessuali con la nipote di 15 anni", il processo non sarà azzerato

AgrigentoNotizie è in caricamento