rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Menfi

"Abusi sessuali su una tredicenne", il Riesame: "Attendibile la ragazzina"

Il tribunale ha mantenuto le misure cautelari, carcere e domiciliari, per i sei indagati: tre dei quali di Menfi

"Il racconto della ragazzina è attendibile e da solo può supportare il giudizio di sussistenza della gravità indiziaria". A queste condizioni è giunto il tribunale del Riesame di Palermo che - secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia - ha mantenuto le misure cautelari, carcere e domiciliari, per i sei indagati, tre dei quali di Menfi, nell'inchiesta sui presunti atti sessuali su una tredicenne.

"Abusi sessuali su una trendicenne", la ragazzina sarà sentita 

I giudici del Riesame, che hanno depositato le motivazioni, alla "riconosciuta attendibilità intrinseca del racconto della persona offesa", aggiungono che ci sono qualificati riscontri esterni. Una quindicina di pagine per ogni indagato che lascia tutto fermo alle misure cautelari emesse dal Gip del tribunale di Palermo nei confronti di Pietro Civello, di 63 anni, di Gibellina, finito in carcere come la madre della minore, e per Viorel Frisan, di 37, di Gibellina, ed i menfitani Calogero Friscia, di 25 anni, Vito Sansone, di 43, e Vito Campo, di 69, tutti ai domiciliari. 

"Abusi sessuali su una tredicenne", l'arciprete di Menfi: "Siamo sconvolti"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Abusi sessuali su una tredicenne", il Riesame: "Attendibile la ragazzina"

AgrigentoNotizie è in caricamento