Abusi sessuali su una ragazzina, la difesa impugna la condanna

La ragazzina ha parlato davanti ai giudici ricostruendo i fatti, la giovane è stata allontanata dalla madre

Otto anni di reclusione e 80mila euro di multa. E’ questa la condanna che è stata inflitta alla mamma di una ragazzina che avrebbe subito abusi sessuali. Secondo quanto fatto sapere dall’edizione odierna del Giornale di Sicilia, la difesa ha impugnato la sentenza di condanna. Il processo si è celebrato in rito abbreviato e quindi con una riduzione della pena.

L’imputato, accusato di induzione alla prostituzione si trova detenuto in carcere. Gli altri due imputati sono Vincenzo Campo di 69 anni e Calogero Friscia di 25 anni. I menfitani sono accusati di avere compiuto abusi sessuali sulla ragazzina. La difesa, dunque, puntano sull’inattendibilità del racconto della giovanissima. Infatti, in appello, è stato chiesto un altro psicologo.  La ragazzina ha parlato davanti ai giudici ricostruendo i fatti, la giovane è stata allontanata dalla madre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento