rotate-mobile
Udienza preliminare

"La testimonianza dei disabili che raccontano gli abusi è nulla": la difesa del fisioterapista all'attacco

L'operatore sanitario 62enne è accusato di violenza sessuale ai danni di tre pazienti che frequentavano il centro convenzionato. Il legale dell'imputato: "Una delle presunte vittime non aveva la capacità mentale adeguata, per le altre due sono state violate le procedure"

La versione di una delle vittime non può essere acquisita in quanto non era capace di testimoniare mentre per le altre due sono state violate le procedure ovvero "non dovevano essere sentite con modalità protette che hanno violato i diritti della difesa che non ha potuto fare domande dirette". 

La difesa del fisioterapista Antonino Galvano, 62 anni, di Raffadali, accusato di violenza sessuale ai danni di tre disabili che frequentavano un centro convenzionato, chiede al giudice di dichiarare la nullità dell'incidente probatorio. L'indagine scaturisce dalle denunce della madre di una ragazza disabile che si era confidata con lei ammettendo che era in una condizione di grave disagio e non si sentiva più di andare a fare quelle sedute spiegandone le ragioni.

Le indagini dei carabinieri, che hanno posizionato delle microcamere in incognito da cui sarebbe arrivata la prova di numerosi episodi di abusi, hanno fatto scattare l'arresto il 2 febbraio del 2021: i militari sono piombati nello studio del professionista allontanandolo da una donna.

Il difensore dell'imputato, l'avvocato Giuseppe Scozzari, ha chiesto adesso di dichiarare la nullità delle testimonianze per differenti ragioni procedurali. Il gup Micaela Raimondo ha rinviato all'udienza dell'8 marzo per sciogliere la riserva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La testimonianza dei disabili che raccontano gli abusi è nulla": la difesa del fisioterapista all'attacco

AgrigentoNotizie è in caricamento