rotate-mobile
Ambiente

Abbandono incontrollato di rifiuti, le multe arrivano dopo quattro anni

Tutto "colpa" di un doppio passaggio burocratico che vede impegnati il Comune e l'ex Provincia: più rapido il passaggio se la contestazione riguarda il codice della strada

Sono stati "pizzicati" nel lontano 2018 dalla polizia municipale di Agrigento mentre, in varie zone della città, abbandonavano rifiuti di ogni tipo. Per loro era scattata una multa da 600 euro che però non è stata né pagata né, soprattutto, notificata.

Sono passati ben 4 anni prima che gli venissero formalmente richieste - e in modo esecutivo - le somme. Tutto "colpa" di un doppio passaggio che queste sanzioni devono attraversare, trattandosi di un reato ambientale: se a staccare fisicamente la multa è infatti la polizia locale, le procedure di riscossione o recupero (come in questi casi) sono del Libero consorzio che, tra notifiche, accertamenti e burocrazia, fa sì che una sanzione risalente al 2018 giunga in dirittura d'arrivo solo adesso.

Sono una ventina gli atti firmati solo in questi giorni, che si aggiungono alle altre decine che risalgono alle scorse settimane. Tutti provvedimenti che adesso i "lanciatori seriali di rifiuti" (così venivano chiamati dalla precedente amministrazione comunale) potranno anche impugnare, facendo slittare ancora - e chissà per quanto - il pagamento.

Se l'obiettivo, insomma, era quello di scoraggiare questi fenomeni attraverso la richiesta di pagamento di una salatissima sanzione, certamente non è andata come si sperava. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono incontrollato di rifiuti, le multe arrivano dopo quattro anni

AgrigentoNotizie è in caricamento