menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno scorcio del degrado in centro storico

Uno scorcio del degrado in centro storico

E' Sos centro storico, "Girgenti" sembra terra di nessuno: degrado ovunque

Case a rischio crollo, cantieri iniziati e mai finiti, erbacce e rifiuti in ogni dove

Erbacce, sporcizia, strade divelte e, quasi ovunque si posi lo sguardo, edifici pericolanti o comunque in stato di profondissimo degrado. 

E' questa la "faccia", purtroppo, di una porzione significativa del centro storico di Agrigento che, soprattutto nelle sue aree più interne, si presenta in condizioni di abbandono pressocché totali, al netto di denominazioni specifiche (siamo infatti dentro il perimetro cittadino individuato con il toponimo "Girgenti") e di progetti di riqualificazione ad ampio raggio che ad oggi non sono finanziati e che comunque non avrebbero riguardato le aree meno "note" del cuore antico della città.

Per "ammirare" le condizioni in cui questa porzione di Agrigento versa, tuttavia, basta una semplice passeggiata, a volte a poche centinaia di metri dallo stesso palazzo municipale come se nessuno vedesse, o volesse vedere, ciò che accade. Certo è che una larghissima parte del nostro centro storico è di proprietà di privati cittadini che, non sempre, hanno manifestato particolare interesse per il recupero di quanto gli appartiene. Questo in prefetta linea con quanto in realtà sta facendo il Comune per quanto di sua proprietà e competenza: al Municipio infatti fanno capo decine e decine di ruderi nell'area del Rabato.

Si tratta delle abitazioni degli ex sfollati dopo la frana di Agrigento che sono inserite da lungo tempo nell'elenco dei beni da alienare ma che, ovviamente, nessuno vuole. A questo si aggiungono le aree del progetto "Terravecchia" oggi incompleto e oggetto di interventi che non si sa quando saranno completati. A parte l'area di cantiere in sè, per consentire i lavori furono smantellate delle scalinate che conducono alla parte alta del centro storico. E nessuno, ad ora, le ha mai ricostruite.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento