menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licata, deserta l'asta del Comune per cedere i beni immobili

Palazzo dell'aquila aveva bandito la gara per alienare tre depositi che gli avrebbero fruttato, complessivamente, 200.000 euro. Nessuno, però, ha presentato l'offerta per partecipare.

E' andata deserta la gara del Comune di Licata per vendere i beni immobili.

Nessuno si è presentato al municipio nel giorno stabilito per l'alienazione di tre depositi che all'ente avrebbero fruttato almeno duecentomila euro. Così il dirigente del dipartimento Affari Generali di palazzo dell'aquila, Pietro Carmina, ha dovuto rassegnarsi a compilare il verbale con il quale la gara viene dichiarata deserta. A breve, in ogni caso, l'ente riproverà a cedere i propri beni per fare cassa.

La situazione finanziaria del Comune di Licata è tutt'altro che florida: nello scorso mese di marzo è stato "sforato" il patto di stabilità per ben 2.800.000 euro e l'ente è stato costretto a fare tutta una serie di tagli. E' di questi giorni, per esempio, la notizia della riduzione di ben 120.000 euro del fondo per il salario accessorio. Condizione che rischia di far saltare alcuni servizi essenziali come, per esempio, l'apertura domenicale dei due cimiteri cittadini.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento