Questura, disposte misure di prevenzione per nove agrigentini

Sono stati emessi gli avvisi orali, con l'invito ai destinatari a "tenere un comportamento consono alla legge"

Ben 9 avvisi orali sono stati notificati dall’ufficio misure di prevenzione della questura di Agrigento nei confronti di altrettante persone che risiedono in provincia. Ecco, nel dettaglio, nei confronti di chi sono stati emessi i provvedimenti: “C.V. di 33 anni, abitante a Bivona, con precedenti per: porto di armi od oggetti atti ad offendere, resistenza a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e tentato furto aggravato; V.A., 37 anni, abitante a Porto Empedocle , con precedenti per: truffa, porto di armi od oggetti atti ad offendere, sostituzione di persona, falsità materiale commessa da privato e insolvenza fraudolenta; T.G.P., 47 anni, abitante a Porto Empedocle , con precedenti per: truffa, falsità ideologica commessa dal privato, appropriazione indebita, violazione corposa dei doveri inerenti la custodia delle cose sottoposte a sequestro, porto di armi od oggetti atti ad offendere, falsità materiale commessa dal privato, tentato omicidio doloso e insolvenza fraudolenta; L.A., 23 anni, abitante a Favara, con precedenti per: guida senza patente perché mai conseguita, violazione sulle norme in materia si stupefacenti e detenzione abusiva di armi; S.C., 35 anni – aggiunge la questura - abitante a Porto Empedocle, con precedenti per: truffa, commercio di sostanze alimentari nocive, danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e violazione colposa di doveri inerenti alla custodia delle cose sequestrate; D.A., 45 anni, abitante a Menfi con precedenti per: minaccia, ingiuria, violazione di domicilio, lesioni personali, violenza privata, appropriazione indebita e violazione degli obblighi di assistenza familiare; B.V, classe 36 anni, abitante a Sciacca, con precedenti per: guida sotto l’influenza dell’alcool, violazione sulle norme in materia di stupefacenti, lesioni personali e tentata violenza sessuale; G.C., 50 anni, abitante a Ravanusa, con precedenti per: violazione degli obblighi di assistenza familiare, molestia, minaccia, ingiuria e maltrattamenti in famiglia; G.G.M., 36 anni, abitante a Campobello di Licata, con precedenti per: minaccia, diffamazione, guida sotto l’influenza dell’alcool, violazione sulle norme in materia di stupefacenti e giuda senza patente perché mai conseguita”. Inoltre il foglio di via obbligatorio è stato emesso nei confronti di un trentasettenne di Cattolica Eraclea, che per 3 anni non potrà mettere piede a Siculiana, e ad un trentasettenne di Canicattì che non potrà tornare a Naro.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento