menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cattolica, confiscata la casa museo di Beniamino Zappia

La struttura, che contiene numerose opere d'arte, era stata già sequestrata sette anni fa. Zappia è considerato il luogotenente dei Rizzuto, ma è stato assolto nel processo "Orso Bruno"

A Cattolica Eraclea è stata confiscata la casa museo di Beniamino Zappia che contiene importantissime opere d’arte. La struttura, sette anni dopo il primo sequestro, diventa definitivamente patrimonio dello Stato.

Zappia viene considerato luogotenente dei Rizzuto, ma è stato assolto nel processo “Orso Bruno”.

In precedenza la casa museo era stata sequestrata insieme a circa 200 dipinti pregiati ed a orologi, statue antiche, bronzi, etc. L’immobile si trova al civico 4 del cortile San Giovanni. Il provvedimento è stato emesso dall’ufficio misure di prevenzione del Tribunale di Roma e l’Agenzia nazionale per la gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, ha già chiesto al Comune di Cattolica Eraclea di indicare il bene tra quelli confiscati.

L’ufficio tecnico del Comune ha inviato gli incartamenti a Roma ed a breve la casa museo sarà nella disponibilità dell’ente. Le opere d’arte contenute, dopo le verifiche, saranno poste in vendita o cedute a musei e pinacoteche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento