menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Matteo Renzi

Matteo Renzi

Arriva Renzi, gli agrigentini si scatenano sui social

Numerosi commenti sul "Patto per la Sicilia" che sarà firmato domani davanti al tempio della Concordia. Ma si registrano anche le prese di posizione della Cgil, di La Scala e di Cimino

Arriva Matteo Renzi e gli agrigentini si scatenato sui social.

Sono tanti i commenti postati a proposito del “Patto per la Sicilia” che il presidente del consiglio ed il governatore Crocetta firmeranno domani davanti al tempio della Concordia, ma molti non sono “teneri” con i due rappresentanti delle istituzioni. “Ma già inaugura il tempio della concordia – scrive uno degli utenti della rete – non ti basta?”. Un altro rileva che “il finanziamento per la rete idrica è stato stanziato nel 2010: ci ficiru 4 campagne elettorali e ora ci stanni facennu a quinta”.

Intanto la Cgil, con Matteo Raso, denuncia "la latitanza per Agrigento, finora, dei governi nazionale e regionale"

Addirittura c’è chi si spinge a definire “una farsa quanto accadrà domani davanti al tempio della Concordia”. Ma non mancano coloro i quali, sui social, mettendo da parte l’ironia e gli sfottò, elencano i problemi di Agrigento che bisognerebbe mostrare a Matteo Renzi.

Per Marcello La Scala del Movimento Cinque Stelle "Il Patto per la Sicilia è soltanto un'elemosina"

“Fategli vedere – scrive su Facebook una donna – le strade come ad un normale cittadino…fatelo camminare lungo la desolata via Atenea…portatelo alla cattedrale, chissà che non accada un miracolo”.

Michele Cimino, deputato empedoclino e portavoce di Sicilia Futura, saluta con soddisfazione l'arrivo di Renzi.

Ed infine un altro utente di Facebook scrive: “chissà se gli faranno vedere tutta la spazzatura bloccata su camion, che non si sa dove portare”. Insomma gli agrigentini, o almeno buona parte di essi, dimostrano di non attendersi molto dall’incontro di domani nella Valle dei Templi. C’è da augurarsi che i fatti possano smentirli. 

Secondo Marcella Carlisi dei Cinque Stelle "i 30 milioni erano già stanziati nel 2012"

Intanto al Presidente del Consiglio si rivolgono anche i dipendenti dell'ex Provincia 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento