Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

"Aggredirono operai Girgenti Acque", condannati a 3 anni

Il gip Stefano Zammuto, con il rito abbreviato, ha condannato tre giovani di Agrigento che, dopo avere minacciato gli operai con delle spranghe, gli rubarono il furgone

Tre agrigentini sono stati condannati a tre anni e due mesi di reclusione per avere minacciato con delle spranghe, e poi rapinato, gli operai di Girgenti Acque.

Il giudice Stefano Zammuto ha emesso la condanna, con il rito abbreviato, nei confronti dei fratelli Giuseppe ed Angelo Schillaci, di 25 e 21 anni, e di Salvatore Cammilleri di 18 anni. L’episodio si riferisce allo scorso mese di novembre.

Secondo l’accusa qualche giorno prima dell’aggressione ci sarebbe stato un alterco tra il padre degli Schillaci e gli operai di Girgenti Acque al lavoro in via Toniolo, nei pressi dello stadio Esseneto. Alcuni giorni dopo i tre, secondo l’accusa, avrebbero raggiunto il cantiere in cui lavoravano gli operai e, minacciandoli con una spranga, avrebbero rubato il loro furgone. Erano stati avvertiti i militari che si erano messi alla ricerca dei tre e poche ore dopo, su disposizione del pm Brunella Sardoni, li avevano sottoposti a fermo come indiziati di delitto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aggredirono operai Girgenti Acque", condannati a 3 anni

AgrigentoNotizie è in caricamento