menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lampedusa, 51enne sub tunisino salvo grazie alla camera iperbarica

Accusato un grave malore mentre era impegnato in una serie di immersioni a 23 miglia dall'isola, il sub è stato soccorso dalla Guardia costiera che lo ha trasferito nel Poliambulatorio di contrada Grecale

Un sub tunisino di 51 anni è stato salvato grazie all’intervento dei medici della camera iperbarica di Lampedusa. Accusato un grave malore mentre era impegnato in una serie di immersioni a 23 miglia dall’isola, il sub è stato soccorso dalla Guardia costiera che lo ha trasferito nel Poliambulatorio di contrada Grecale.

La diagnosi iniziale è stata di “paraplegia degli arti inferiori, vertigine, parestesie (alterazione della sensibilità) del braccio sinistro".

E' stato, quindi, avviato il ciclo di terapia in camera iperbarica.

Il trattamento è iniziato alle 5.32 e terminato alle 13.02 con "notevole e progressivo miglioramento della motilità degli arti”.

Al termine di questo ciclo di terapie, è stato trasferito in elicottero all’ospedale di Trapani dove ha è stato sottoposto ad ulteriori sedute in camera iperbarica fino alla “totale remissione della sintomatologia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento