I 2600 anni di Agrigento su Rai Storia, una troupe in giro nel centro storico

Il sindaco Firetto: "Nelle sei puntate la città potrà spiccare per i suoi capolavori artistici e architettonici"

La troupe di Rai storia

I 2600 anni di Agrigento su Rai Storia. La troupe è in città già da alcuni giorni e, dopo aver scelto la Valle dei Templi, oggi è in città, nel centro storico. Le riprese sono realizzate in collaborazione con il distretto Turistico Valle dei Templi, e in modo particolare con la sua Film commission, e con il Comune di Agrigento. 

"Quale miglior occasione - afferma il sindaco e presidente del distretto, Lillo Firetto - per raccontare la fondazione della nostra città all'Italia, attraverso uno dei suoi più autorevoli contenuti culturali, il canale tematico dedicato alla storia. Nelle sei puntate Agrigento potrà spiccare per i suoi capolavori storici, artistici, architettonici tra le altre città, piccole e grandi, che, come affermano gli stessi autori del format televisivo, da più di due millenni punteggiano di luce il nostro Paese come stelle in un firmamento di bellezza". 

"La collaborazione del distretto Turistico con la produzione - dice l'amministratore del distretto, Fabrizio La Gaipa -  è solo uno dei frutti delle strategie di comunicazione che stiamo mettendo in atto per rilanciare il turismo, pesantemente colpito dagli effetti della pandemia. Sono certo che la motivazione a intraprendere il viaggio sarà rafforzata da questa, come da altre azioni strategiche,  accompagnate dall'appeal per la nostra enogastronomia, per la qualità della nostra ospitalità, per i percorsi esperienziali e il paesaggio. Un turismo slow che è quello che da sempre siamo in grado di offrire. Speriamo possa proprio in questi mesi essere ancor più apprezzato da visitatori più propensi del passato ad assaporare la propria vacanza con calma, senza perdersi il piacere di vivere in uno degli angoli più belli della Sicilia". 

Le immagini metteranno in risalto la bellezza dei luoghi, i fatti storici, i personaggi. Ogni puntata mostrerà da vicino l’infinito piacere di vivere in una città italiana. Agrigento sarà presentata come un gioiello, incastonato tra vallate, colline, imponenti monumenti e templi, una città dell'eterna bellezza e di un fascino millenario immutato nel tempo. Scorreranno le immagini di templi dorici, agorà, necropoli, ipogei. Un focus sarà dedicato al centro storico, la cinta muraria, le chiese, i monasteri, i conventi, i palazzi, la cattedrale, e ai personaggi illustri, tra cui Empedocle e i grandi scrittori Pirandello, Sciascia e Camilleri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento