Domotica

Come programmare i nostri termosifoni con il cronotermostato

Risparmiare sulla bolletta dei riscaldamenti utilizzandoli in modo smart:scopriamo cosa sono i cronotermostati, quale scegliere e come programmarli

Nonostante queste giornate dal clima caldo e insolito per essere ormai entrati a Novembre, manca poco all’accensione dei termosifoni nelle nostre abitazioni. E proprio perché dalle nostre parti spesso la necessità di accendere i caloriferi è legata a particolari ore del giorno, magari al nostro rientro a casa, un oggetto molto utile e che si è diffuso parecchio negli ultimi anni è il cronotermostato.

Cos’è un cronotermostato

Il cronotermostato è un dispositivo pensato per tenere sotto controllo la temperatura dell’abitazione in ambienti differenti. L'apparecchio, in grado di percepire i gradi all'interno della stanza, mette in funzione l'impianto di riscaldamento nelle singole stanze quando la temperatura è inferiore a quella stabilita, facendo attenzione a non superarla.

Il funzionamento è molto simile a quello di un termostato, anche se ci sono delle differenze sostanziali.

Il termostato, infatti, è collegato all'impianto di riscaldamento, ma si aziona solo quando scende al di sotto di una determinata temperatura; il cronotermostato, invece, oltre a rilevare la temperatura e regolare il funzionamento della caldaia, permette di gestire l'impianto in base alla giornata e alla stagione. Controllare questo dispositivo anche da remoto è molto semplice, basta utilizzare un'app dedicata, che permette di avere sempre a portata di smartphone eventuali errori o anomalie, tutte gestibili a distanza.

La parte più importante del dispositivo è il timer che ci permette di comunicare tutte le informazioni necessarie per accendere o spegnere il riscaldamento suddividendo fasce orarie e zone della stanza.

I vantaggi del cronotermostato

L'obiettivo dell'apparecchio è quello di limitare gli sprechi e risparmiare in bolletta, perchè impedisce l'accensione dei riscaldamenti quando in casa c'è la temperatura che desideriamo. Inoltre, i modelli più intelligenti possono essere regolati in base ai cambiamenti di temperatura all'interno della casa, quando, ad esempio, il sole riscalda naturalmente le stanze. Il cronotermostato, poi, si basa sulle informazioni che ricava dalle previsioni meteo, contribuendo a un minore impatto sull’ambiente.

Quale modello scegliere

I cronotermostati si possono dividere in due categorie

  • digitale: è collegato all’impianto di riscaldamento tramite un collegamento elettrico;
  • wifi: si basa sulla rete internet e può essere controllato anche quando si è fuori casa.

Oltre questi modelli base dobbiamo valutare altre caratteristiche come:

  • display: di facile lettura per un utilizzo più veloce;
  • programmazione: deve avere la funzione giornaliera e settimanale. In questo caso si possono personalizzare meglio le funzioni e programmare l'impianto sul lungo termine.

La domotica ha fatto diventare più moderne e tecnologiche le nostre case e il cronotermostato è l’esempio perfetto di come un piccolo apparecchio possa renderci più semplice la gestione del riscaldamento.

Prodotti online

Cronotermostato settimanale digitale

Cronotermostato Wifi per Caldaia

Cronotermostato da parete

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come programmare i nostri termosifoni con il cronotermostato

AgrigentoNotizie è in caricamento