Trinacria selvaggia

Trinacria selvaggia

Un disgustoso invasore

Parliamo di una blatta (Periplaneta americana) giunta a noi attraverso il traffico commerciale marittimo, questo repellente invasore si è adattato subito e bene, il nostro clima lo favorisce

E’ l’incubo delle nostre notti estive, te lo trovi fra i piedi mentre sei intento a mangiare una pizza o mentre fai una passeggiata, per non parlare di quando entri a casa, accendi la luce e lo vedi correre con uno scatto degno di un velocista. Parliamo di una blatta (Periplaneta americana) giunta a noi attraverso il traffico commerciale marittimo, questo repellente invasore si è adattato subito e bene, il nostro clima lo favorisce, abbiamo sei mesi di caldo con un alto tasso di umidità, molta sporcizia fra le strade, inesistente disinfestazione dei condotti fognari e una miriade di abitazioni vetuste, tutte condizioni ottimali per la sua moltiplicazione.

Questo scarafaggio attivo solo nelle ore notturne, è un volatore modesto, un arrampicatore discreto (se trova asperità), un eccezionale corridore; è caratterizzato da un appetito eccezionale, mangia di tutto, ma proprio tutto con una preferenza per i cibi dolci e quelli fermentati; si riproduce deponendo una ooteca che contiene al suo interno 16 uova, questo contenitore di uova viene solitamente lasciato all’interno di fessure dei muri, dietro e sotto i mobili della cucina, all’interno dei battiscopa.

Un solo scarafaggio che depone, dato che sono molto prolifici, basta e avanza per infestare in poche settimane un intero appartamento. Questo repellente insetto, che frequenta assiduamente le fogne, è un vettore formidabile di infezioni e malattie anche molto serie; il piccolo e ributtante untore notturno attraverso la saliva, i rigurgiti e le deiezioni contamina superfici, utensili, mobili, vestiario. Nelle feci, nella saliva e sul corpo di questi mostriciattoli sono stati isolati 48 ceppi di batteri patogeni dall’escherichia coli, alle salmonelle, dallo stafilococco alla shigella.

Trinacria selvaggia

Divulgatore naturalistico, produttore di documentari video e fotografici. Un impegno quarantennale nel campo della salvaguardia degli habitat e delle specie minacciate d'estinzione in provincia di Agrigento. Attraverso le sue immagini e le sue descrizioni ci guiderà all'interno delle contrade più incontaminate della nostra terra e non solo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento