Trinacria selvaggia

Trinacria selvaggia

Riserve a perdere

Questa foto che ho scattato sulla spiaggia della riserva naturale della foce del Platani è emblematica dello stato di abbandono in cui versa la natura siciliana

La riserva della foce del fiume Platani

Questa foto che ho scattato sulla spiaggia della riserva naturale della foce del Platani è emblematica dello stato di abbandono in cui versa la natura siciliana, qui è ‘’normale ‘’scorazzare con fuoristrada e moto enduro prive di targa sulla spiaggia , i controlli sono inesistenti ,non c’è un poliziotto,un carabiniere,una guardia forestale,un finanziere,un marinaio della Capitaneria;l’assenza assoluta dello stato da queste parti la si respira ,la si mastica, ha una consistenza quasi solida. Nello  specchio di mare della riserva del Platani tutti gli anni fra fine di marzo e inizio aprile ho contato  fino a 13 pescherecci fare man bassa del novellame a soli 50 metri da riva.

A Torre Salsa quattro giorni fa ignoti hanno dato fuoco al canneto all’interno della riserva,altri stanno tramando per estromettere definitivamente il WWF dalla gestione dell’area protetta.

Il 14 aprile la Regione ha fatto sapere che ha chiuso 21 riserve naturali ( fra cui Torre Salsa) perché mancano le risorse finanziarie per la gestione e il pagamento degli emolumenti agli operatori ;per quale motivo Crocetta ha delittuosamente consegnato a Renzi 5 miliardi di euro (soldi dei siciliani) ?Come mai Renzi oltre a non restituire l’ingente somma non vuol dare 500 milioni di euro spettanti a noi ?
 Gira voce che la gestione delle riserve possa passare nelle mani dei comuni ! Ve lo immaginate cosa succederebbe ? ! I sindaci designerebbero direttori  fantoccio che come automi rilascerebbero autorizzazioni oscene che sfregerebbero definitivamente i luoghi;in questo modo forse potrebbe non essere complicato realizzare stabilimenti ,chioschi e ristoranti sui cordoni dunali di Torre Salsa e consentire la costruzione di immobili all’interno della riserva anche sulle alture dei promontori.

Questo è il quadro ributtante :una politica criminale e criminogena unita alla più totale assenza e insensibilità degli apparati dello stato vuole condannare a morte la natura siciliana.

Cementificatori,bracconieri,uccellatori,pescatori di frodo,trafficanti di fauna,teppisti e balordi in gommone,moto d’acqua,enduro e 4x4 ,insomma,tutti questi figli di vacca in questo momento stanno brindando e si stanno fregando le mani.
E allora cosa fare ? Come scongiurare il disastro che si paventa? Occorre ‘’fare fronte’’,creare una diga al putridume che tutto contamina , in caso contrario saremo bollati d’infamia dall’intera comunità internazionale per aver consentito il massacro della natura nella nostra disgraziata isola.

Trinacria selvaggia

Divulgatore naturalistico, produttore di documentari video e fotografici. Un impegno quarantennale nel campo della salvaguardia degli habitat e delle specie minacciate d'estinzione in provincia di Agrigento. Attraverso le sue immagini e le sue descrizioni ci guiderà all'interno delle contrade più incontaminate della nostra terra e non solo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di pasquale
    pasquale

    Dott Vanadia, mi consenta di fare qualche considerazione: A proposito di Torre Salsa mi dica: 1) Perchè un Comune, con le associazioni locali ed il privato sociale e con un minino di sostengo da parte della regione, non può riuscire a fare meglio del WWF?  2) Secondo quale scienza certa i Comuni sono luoghi di inciucio e di intrallazzo mentre il mondo dell'Associazionismo a vocazione ambientale può aver il primato su onestà, correttezza e trasparenza e tutela dell'ambiente? 3) Secondo quali criteri vengono nominati i direttori e i dipendenti delle riserve, secondo quali criteri vengono rimossi e soprattutto a quali dettami devono attenersi per continuare ad esserlo? 4) Parlando di Torre Salsa non le sembra che i primi a mettere in discussione l'operato del WWF, attraverso la pubblicazione quasi giornaliera di immagini su fatti ed episodi verificatisi all'interno dell'area (abbandono abiti  a seguito di sbarchi, barche arenate, cingoli su scogli per rimozione barca, fogne montallegresi) sono rappresentanti di associazioni ambientaliste operanti in provincia? 5) Che senso ha l'ambientalismo di "l'abbaniatura" e soprattutto di cosa è rappresentativo? (Ambientalismo abbaniato = Quello che grida, suggerisce agli amici giornalisti, che cerca lo scoop senza leggere le carte e poi va a fare le figuracce in Commissione Ambiente) 6) L'ambientalista ha il dovere di confrontarsi con la politica, con le amministrazioni locali, ha il dovere di documentarsi prima di prendere posizioni o nel nome di un ambientalismo di matrice estremista deve sempre e solo essere per il No a tutto? 8) Lo possiamo dire o No che la gestione di una riserva non si può limitare al controllo di un'area e alla cristallizzazione dello stato delle cose, ma gestire vuol dire anche creare condizioni per sviluppare servizi, iniziative, opportunità soprattutto per chi ha delle proprietà all'interno (parlo di agricoltura e servizi non di cemento)? Mi dica in questi anni che ha fatto il WWF? Quante occasioni di confronto ha offerto ai proprietari terrieri? Che proposte ha formualto?  Perchè non si rendono pubblici i bilanci dal 2000 a oggi? Perchè non si  rendono pubblici tutti i documenti che fissavano obiettivi e vediamo se questi sono stati raggiunti? Perchè non si rendono pubblici tutti gli atti che parlavano di interventi e di opere e vediamo se questi sono stati realmente realizzati? Chieda questo al mondo dell'ambientalismo, ai gestori delle riserve, chieda loro di pubblicare gli atti,  a mio avviso è questo  quello che le pubbliche amministrazioni interessate dovrebbero fare, chiedere cosa è stato fatto in questi anni attraverso una verifica di ispettori regionali.

    • Egregio signore, Il WWF è stato fondato per conservare e tutelare il patrimonio naturale e la diversità genetica in ogni angolo del pianeta e per educare al rispetto e all'amore per il Creato,è questo il suo compito e la sua missione. All'interno di un parco,di una riserva e di un sito protetto debbono operare SOLTANTO quei soggetti che hanno a cuore NON gli interessi dei privati o di logiche mercantilistiche ma la tutela senza SE e MA del patrimonio naturale. Quanti sindaci ,assessori e consiglieri comunali sono stati inquisiti e arrestati nei decenni di storia repubblicana? Mi citi un solo nome ,uno solo,di conservazionista o di naturalista arrestato..... L'attuale direttore della riserva di Torre Salsa è l'unico dirigente siciliano in possesso di un master in ''pianificazione e gestione delle riserve naturali'' ottenuto dopo un anno di corso presso l'Università di Camerino,lo stesso ha diretto per 7 anni la riserva di Capo Rama e per altri 7 la riserva delle Saline di Trapani.C'è poi un altro ambientalista che certe volte pecca nella forma tracimando e sovraccaricando....ma ha meriti anche lui indiscussi : quello di battersi ,da solo,per la salvaguardia di Punta Bianca e della Scala dei Turchi e di contrastare in maniera infaticabile gli inquinatori del nostro mare.Il suo ruolo nella vicenda di Torre Salsa è stato salutare per far svegliare l'ambientalismo doc che sembrava narcotizzato.Vede Pasquale,(anche lei dimentico del proprio cognome),il compito della Politica non è quello di sollevare e cavalcare onde di malcontento nella gente ma di educare la stessa e di proporre soluzioni alternative .Riserve e parchi nazionali sono volani per lo sviluppo ma non si può intaccare il capitale natura occorre vivere dei soli interessi dello stesso.Su questa vicenda in questo momento si spacciano menzogne numerose come coriandoli a carnevale,una di queste è quella che il WWF ha creato problemi ai contadini ! Basta fare un giro all'interno per sbugiardare ogni mistificazione:vigneti,oliveti e aree a cereali tutte regolarmente coltivate e in ordine.I bilanci sono atti pubblici ,può andare in assessorato e consultare ciò che le pare.Gestire la riserva di Torre Salsa con una cronica mancanza di fondi che negli ultimi tempi è divenuta gravissima è impresa non da poco,ma è specialmente impresa titanica e frustrante affrontare senza alcuno strumento torme di teppisti e balordi che ,specialmente in estate ,imperversano nell'area. Luoghi come la Valle dei Templi di Agrigento e la Riserva di Torre Salsa non appartengono agli agrigentini,ai siculianesi e ai montallegresi...appartengono all'intera comunità mondiale.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento