rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Trinacria selvaggia

Trinacria selvaggia

A cura di Antonio Vanadia

Una "minaccia verde" nei nostri mari

Una delle 100 specie di alghe più invasive a livello mondiale è giunta a Torre Salsa, è la "Caulerpa taxifolia" originaria delle acque tropicali degli oceani

Una delle 100 specie di alghe più invasive a livello mondiale è giunta a Torre Salsa, il suo nome è "Caulerpa taxifolia" originaria delle acque tropicali degli oceani.

Questa specie è stata avvistata la prima volta nel bacino del mediterraneo nel lontano 1984 nella baia di Montecarlo, da allora gradualmente si è propagata a macchia d’olio in alcune aree costiere italiane, spagnole, francesi, tunisine e croate. In Sicilia è presente nelle coste ragusane, siracusane, messinesi e trapanesi sino a Capo San Marco, adesso è entrata anche a Torre Salsa (la foto è stata scattata in loco da me pochi giorni fa).

Questa alga verde, che somiglia tanto a una piccola felce, si moltiplica facilmente per via vegetativa, cioè attraverso la diffusione di frammenti vivi, ancore e reti contribuiscono notevolmente alla propagazione della stessa. "Caulerpa taxifolia" cresce e si diffonde rapidamente soffocando la flora bentonica autoctona, cioè soppianta le specie originarie che vivono nei fondali. "Caulerpa" con il tempo costituisce un tappeto che costringe i pesci ad allontanarsi perché non trovano più cibo e riparo. L’alga compete direttamente con la fanerogama "Posidonia oceanica" specie fondamentale dell’infralitorale mediterraneo, le praterie di "Posidonia" formano vaste praterie che rappresentano un habitat strategico per centinaia di specie animali e vegetali.

I paesi del mediterraneo hanno perso troppo tempo per prendere provvedimenti e adesso è probabilmente troppo tardi per eradicarla. Questa storia deve offrire punti di riflessione: l’insediamento di specie alloctone all’interno di un ambiente diverso causa impoverimento e distruzione.

La vicenda della "Caulerpa taxifolia" calza perfettamente come drammatica metafora dell’invasione africana e mediorientale del continente europeo, le conseguenze devastanti sono e saranno le stesse; le leggi della natura sono draconiane e valgono per ogni specie vivente.

Si parla di

Una "minaccia verde" nei nostri mari

AgrigentoNotizie è in caricamento