Psicologia della notizia

Psicologia della notizia

La gelosia non va in vacanza

La gelosia è un sentimento sicuramente naturale, da non condannare e non demonizzare che nasce nel momento in cui si sperimenta una intensa paura di perdere qualcosa o qualcuno che per noi ha molto valore

E’ ed è stata come sempre l’estate del caldo, degli ombrelloni, delle uscite, degli svaghi, delle vacanze...e, perché no, anche dei corpi snudati e denudati per afa, per attrazione o per libertà. E sono magari proprio quei corpi troppo spogliati che sembrano indurre, più del solito, a comportamenti più libertini. 

Sembrano cadere i freni inibitori e forse, in realtà, ci si lascia andare ancora di più. Durante queste settimane di vacanza esiste qualcosa che rischierebbe di rovinare quello che dovrebbe essere il periodo più sereno dell’anno per le coppie “felici”. Potremmo definirla “gelosia d’estate” anche se ad ogni modo, data la vastità e l’assiduità di tale sentimento, sembra limitante considerarla solo nel suo aspetto “stagionale”.

La gelosia è un sentimento sicuramente naturale, da non condannare e non demonizzare che nasce nel momento in cui si sperimenta una intensa paura di perdere qualcosa o qualcuno che per noi ha molto valore. Tutto ciò ci porta così a fare i conti con ansie varie, si diventa sospettosi, si ha paura insomma, di perdere qualcosa.

Si tratta in sostanza di un'emozione ''da non rifiutare e della quale non vergognarsi'' perché a tutti noi sarà capitato di essere gelosi, di infastidirci se il nostro/a partner esce solo/a con gli amici, se non si fa rintracciare dalle nostre molteplici telefonate, se all’improvviso inizia a vestirsi elegante, perché deve andare in ufficio (dove hanno assunto una nuova segretaria o dove c’è un nuovo capo).

Una gelosia sana ha il vantaggio sicuramente di mantenere viva la coppia, di conservare o rafforzare la loro unione, rivitalizza lo stare insieme poiché permette di rimettersi in gioco per riconquistare di nuovo chi si teme di perdere. È in questo senso che acquista un valore diverso, divenendo nutrimento per un nuovo entusiasmo, collante naturale per quelle coppie che magari stanno sfiorando una crisi. 

In realtà, però, la gelosia non sempre è un sentimento “sano”. Ci sono persone gelose che sono vittime di emozioni indesiderate, che a volte portano alla rovina proprio dei rapporti a cui tengono di più.

Ma quali sono le caratteristiche della persona gelosa? Alla base di una personalità gelosa si può ipotizzare anzitutto una scarsa autostima, legata alle convinzioni profonde di non essere degno di amore e di non essere all’altezza dell’altro. Solitamente si tratta di una persona con elevati livelli di ansia, che cerca di nascondere la propria insicurezza con comportamenti molto forti, anche aggressivi, fino ad arrivare a probabili gesti estremi. Il geloso ha il bisogno di possedere, di controllare ed ha l’angosciante paura di essere abbandonato, è una persona estremamente sensibile, ma soltanto ai suoi bisogni, tratta le persone come oggetti, non sopporta intrusioni reali o presunte all’interno dei suoi rapporti (fonte:web).

Il geloso, in sostanza, può essere considerato come una persona molto insicura, che ha bisogno del costante appoggio del partner e del controllo su lui per poter affermare se stesso e sentirsi forte, potente e, soprattutto vivo. Un tradimento, un abbandono, una delusione o semplicemente una paura di perdere una persona significativa riattivano un sentimento d’inferiorità inconscio, che spinge al disperato tentativo di riappropriarsi della persona amata.

Puoi scoprire qui se la tua gelosia è quella giusta. Sono tre gli aspetti che ci fanno capire se l’energia suscitata dentro di noi dalla gelosia non è un'ossessione, ma potrebbe rappresentare per noi un potente stimolo energetico.

Osserviamoci e annotiamo mentalmente i nostri atteggiamenti verso l'altro. 
- Il desiderio di averlo accanto, di essere ammirati e desiderati da lui/lei non rende inutili le ore trascorse in sua assenza, ma le riempie di sprint, di voglia di realizzarci, di sentirci bene in ogni situazione?
- La paura di non piacergli più fisicamente diventa lo spunto per occuparci del nostro aspetto fisico e per provare ogni giorno ad inventarsi un motivo nuovo per suscitare erotismo?
- Ci sentiamo grintosi, con un sano pizzico di aggressività che ci guida in ogni situazione?

Se la risposta a queste domande è sì possiamo stare tranquilli: la nostra gelosia è del tutto sana e nella norma. (cfr. riza.it)

Dott.ssa Florinda Bruccoleri
Psicologa, Psicoterapeuta analista transazionale,
Psicooncologa ed esperta in psicologia forense.
Sito web: www.florindabruccoleri.it

Psicologia della Notizia

Specialista in Psico-oncologia, ho lavorato nel reparto di Oncologia dell'ospedale di Agrigento. Ho seguito poi un percorso di perfezionamento in Psicologia Forense, soprattutto nell'ambito della valutazione del danno psichico nei contesti di risarcimento danni. Ad oggi svolgo la mia attività ad Agrigento e provincia come Psicologa-Psicoterapeuta-Analista Transazionale. Sono stata da sempre una appassionata di scrittura e in questa rubrica voglio cogliere il binomio ed il legame tra cronaca e psicologia.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento