Giovedì, 13 Maggio 2021
Psicologia della Notizia

Opinioni

Psicologia della Notizia

A cura di Florinda Bruccoleri

Amare due persone: possibilità o paradosso

Chissà se in fondo la convinzione che si ha di amare due persone corrisponde in realtà col fatto di non amare nessuna delle due perché nessuna delle due riesce ad essere la persona che si desidererebbe al proprio fianco!?

Da sempre il 14 febbraio è considerata per eccellenza la data più romantica del calendario. E nonostante ci siano coloro che professano l’amore quotidiano e non quello limitato a questo giorno, in molti non resistono e non si sottraggono al sentimentalismo. Bigliettini, frasi, lettere: quel “ti amerò per sempre” che dall’alba dei tempi gli innamorati si scambiano come promessa solenne di un amore senza fine. 

Oggi con questo articolo non voglio rompere gli schemi, non voglio uscire fuori da quell’atmosfera rosea e poetica che la giornata formalmente richiede ma c’è una domanda che ha ispirato e guidato la trattazione di questo mio tema nel giorno dell’amore. La domanda è: si possono amare due persone contemporaneamente?

Dipende forse da come contestualizziamo la domanda. Se pensiamo alla nostra società incentrata sulla  monogamia, fatta di quelle convenzioni umane prima fra tutte la fedeltà allora la risposta sarebbe immediata. Ma se andiamo al di là di moralismi e tabù sappiamo bene che non esistono leggi universali scritte che possano regolare i nostri sentimenti, le nostre emozioni, perché subentra poi la soggettività di ciascuno, ognuno con la propria storia personale (e familiare) alle spalle che molto influenza la possibilità di scelte relazionali future.

Ma, come dicevo prima, questo articolo non vuol’essere un’analisi moralista sul fatto se sia giusto o meno portare avanti due storie contemporaneamente, quanto piuttosto capire se esiste una possibilità che questo possa essere qualcosa di fattibile e concreto. E' un argomento affascinante che sicuramente potrebbe aprire infinite possibilità di dibattito.

Per sua natura l’uomo pare essere capace di amare “contemporaneamente” più persone. Basti pensare al fatto di amare più figli con la stessa intensità, amare due genitori e amare persino quattro nonni. Ma se pensiamo all’Amore di coppia qualcosa cambia. In genere noi amiamo perché abbiamo bisogno di qualcosa (affetto, sicurezza, riconoscimento) che ci è mancato e tentiamo di colmare quel vuoto cercando appagamento nell’altro. L’amore maturo, adulto, paritario invece è un’altra cosa: è il rapporto fra due persone autonome, che possiedono una buona dose di autostima, che vogliono realizzarsi come individui senza il timore che questo danneggi l’altro. Questo vuol dire crescere come coppia. Quando ciò non accade non ci si sente più capiti, ci si sente rimproverati di essere diversi, può accadere che ci si innamori di un altro che sembra rispondere meglio (almeno in apparenza) ai nostri bisogni. Pertanto, se si ha già una storia e se ne avvia un’altra è verosimile che qualcosa nel primo rapporto non “funziona” e nel secondo si cerca ciò che ci manca.

Ma portare avanti due relazioni contemporaneamente, si sa, implica parecchia fatica e a lungo andare potrebbe anche essere fonte di insoddisfazione che può terminare col per vivere male e a metà entrambi i rapporti. Perché vivere due storie contemporaneamente in realtà non vuol dire vivere  "una relazione in più" ma stare in due relazioni imperfette e insoddisfacenti.

E quando parlo di due storie non mi riferisco alla classica situazione di tradimenti fortuiti e momentanei, quanto piuttosto a due relazioni che si protraggono da tempo senza che si riesca a prendere una “decisione” che possa condurre a rinunciare a uno dei “due amori”.

Chissà se in fondo la convinzione che si ha di amare due persone corrisponde in realtà col fatto di non amare nessuna delle due perché nessuna delle due riesce ad essere la persona che si desidererebbe al proprio fianco!?

Questa potrebbe essere un’altra possibilità su cui poter riflettere bene. In fondo, l’amore non è altro che una decisione. Pertanto, auguri a chi ha deciso di amare. Indistintamente.

Dott.ssa Florinda Bruccoleri
Psicologa, Psicoterapeuta analista transazionale,
Psicooncologa ed esperta in psicologia forense.
Sito web: www.florindabruccoleri.it

Si parla di

Amare due persone: possibilità o paradosso

AgrigentoNotizie è in caricamento