Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

Se la villa vale un 10 in pagella

Ho letto e sentito critiche su questa vicenda che hanno superato di gran lunga il limite della comicità. Ma basta chiedere ai canicattinesi che cosa è successo da quando hanno tolto la recinzione dalla villa comunale

Gli operai eliminano le barriere di Villa Bonfiglio

Il sindaco Marco Zambuto le critiche, anche le più aspre, se le merita tutte. Ma in una ipotetica pagella del primo anno del suo secondo mandato l'unico 10 che gli si può attribuire (insieme a tanti 0 e pochi 5) è senz'altro la decisione di eliminare le ringhiere della Villa Bonfiglio che ora può davvero diventare il parco cittadino.

Ho letto e sentito critiche su questa vicenda che hanno superato di gran lunga il limite della comicità. Tutti quanti abbiamo assistito alla decisione di un dirigente del Comune che ha bloccato i lavori - a poche ore dal via - sostenendo di non essere a conoscenza dell'iniziativa. Ma dove ha vissuto nei giorni precedenti, visto che del progetto se ne discuteva ampiamente? Boh. C'è chi ha detto che prima bisognava discuterne con il Consiglio comunale (figurarsi...) perché sulla villa non può decidere il sindaco da solo, chi invece ha detto che sarebbe diventata un ritrovo di drogati, vandali ed extracomunitari (come se non essere un cittadino della Ue automaticamente significhi essere drogato o vandalo...). Guardano il dito e non guardano la luna.

Basta chiedere ai canicattinesi che cosa è successo da quando hanno tolto la recinzione dalla villa comunale. Prima era buia e deserta, ora è il cuore pulsante della movida cittadina. La cosa buona è piuttosto che da qualche mese si parla di cosa fare delle ville cittadine. Erano state dimenticate, compresa quella del Sole.

Ah, a proposito: io non ci vedo nulla di strano se fosse affidata ai privati. Almeno sarebbe pulita e ordinata e la "visuale" dal Viale della Vittoria non sarebbe per nulla compromessa. Ma sarebbe giusto - in questo caso sì - discuterne anche con chi non è d'accordo e trovare una soluzione condivisa. A patto che non si perdano dieci anni.

Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di agrigentocentro
    agrigentocentro

    è presto per sentenziare e dare voti...tra qualche mese la villa diventerà un porcile, una fogna a cielo aperto...penso a chi ci abita al Viale, e mi viene da ridere...

  • Avatar anonimo di giampiero carta
    giampiero carta

    Tutto giusto. Peccato per alcuni eccessi di protagonismo e per l'assenza di progettazione sulla stessa Villa, che andava sistemata e pulita prima, e di una strategia complessiva di gestione degli spazi verdi e delle ville della città. E quindi anche degli impianti fruibili ivi allocati. Sull'intervento dei privati nessun pregiudizio purché sia compatibile all'interesse pubblico e ovviamente senza lesione "di fatto" della futura proprietà pubblica.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento