Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

Stavolta diamo i voti

Procura, Arcivescovo, soccorritori di Lampedusa e tanti altri: voti alti e meno alti, sufficienze e gravi insufficienze. Le pagelle di fine anno di Fabio Russello

- Voto 10 ai soccorritori del 3 ottobre 

Quella tragedia è accaduto solo tre mesi fa ma è già Storia. Sono morte 366 persone e sarebbero state molte di più (ogni giorno) se non ci fossero quegli uomini che sanno che il valore della vita è di gran lunga più importante delle chiacchiere da bar e della politica stracciona.

- Voto 10 a Mons. Francesco Montenegro

Da non credente reputo quest'uomo il personaggio pubblico che più di ogni altro abbia cercato di smuovere le coscienze assopite degli agrigentini. Il dramma è che non sempre c'è riuscito, ma se il tema della immigrazione e della solidarietà fa parte ormai del dibattito cittadino lo si deve solo a lui e non certo a quei politici credenti a parole e che poi quando c'è da fare "qualcosa di cristiano" si girano dall'altra parte. Montenegro ha fatto dimenticare gli anni in cui i vescovi di Agrigento si mettevano alla testa dei cortei degli abusivi.

- Voto 10 a Giusi Nicolini

Giusi Nicolini-2

Avvertenza al lettore: le ho fatto da addetto stampa quando a Lampedusa è arrivato il Papa, quindi il mio giudizio deve scontare la tara della stima e dall'affetto che mi lega a questa donna. Però Lampedusa è diventata argomento di dibattito europeo grazie al sindaco Nicolini. E se ilPd fosse un partito serio (e purtroppo temo non lo sia...) dovrebbe puntare su di lei anziché sulle Cariatidi.

- Voto 10 ai volontari della Mensa della Solidarietà e ai Volontari di Strada

Sacrificano se stessi e le famiglie per aiutare chi è in difficoltà. Ma il 10 vale per tutti quelli che, in silenzio, aiutano gli altri. Mi alzo in piedi e mi tolgo il cappello.

- Voto 10 ai signori Gelardi e Scolaro

Hanno offerto un posto nelle loro tombe di famiglia ad alcune vittime del naufragio del 3 ottobre a Lampedusa. Dimenticarlo è imposibile. Che dire? Tra cent'anni, se esiste, questi hanno già un posto assicurato in Paradiso.

Renato Di Natale e Ignazio Fonzo- Voto 9 alla Procura della Repubblica di Agrigento

Se dopo venti anni gli scheletri di Scala dei Turchi e Punta Grande non ci sono più, il merito è esclusivamente di quei signori che lavorano al quinto piano del palazzo di giustizia. Di fronte alle manfrine di uffici e amministratori, se li sono chiamati e hanno spiegato loro che il Codice penale vale persino ad Agrigento. Le ruspe sono state una goccia nel mare della illegalità, ma il messaggio passato almeno è stato positivo.

- Voto 8 a Francesca Ferrandino

È stata sottoposta a volgarissimi attacchi per le informative antimafia che lei da prefetto ha firmato su proposta di una commissione composta da investigatori dei carabinieri, della polizia e della Dia. Ha reagito da donna di Stato: si lavora senza urlare. 

- Voto 8 a Davide Saia, il collega di Teleacras

È sua, secondo me, la battuta più bella del 2013. Si è fatto una bella foto all'Esseneto insieme a Francesco Lodi, allora grande centrocampista del Catania e in procinto di passare al Milan e ha messo questa didascalia: "Il miglior mancino d'Italia. Accanto a lui, Francesco Lodi". Ancora rido. Meglio di spinoza.it

- Voto 8 all'Akragas calcioL'Akragas calcio

Il 2013 della squadra di calcio di Agrigento è da incorniciare. Ma qui non ci interessano i risultati sul campo. Ha importanza ben altro. Allo stadio la domenica ci sono 1500 persone, ho visto i giocatori andare alla mensa della solidarietà, li ho visti giocare una partitella con i profughi, li ho visti andare a trovare un tifoso con problemi di salute, regalandogli una gioia immensa, li ho visti soffrire quando un loro compagno si è fatto male. Diciamo che l'Akragas per Agrigento è al momento qualcosa in più di una semplice squadra di calcio.

- Voto 5 ad Angelino Alfano

Se fosse nato a Bressanone sarebbe stata la stessa cosa visto il suo impatto sul territorio agrigentino (se escludiamo amici e parenti) uguale pressoché a zero. La sua eccezionale carriera politica (perché di questo si tratta: eccezionale) fino ad ora si è nutrita grazie a Silvio Berlusconi. Gli va però dato atto che al di là delle lacrime al momento della condanna definitiva per frode fiscale del suo padrino ha capito che non poteva seguire la strada dell'estremismo alla Brunetta. Vediamo se sopravviverà (politicamente, si capisce). 

Marco Zambuto- Voto 5 a Marco Zambuto

Nel suo secondo mandato di sindaco non sta brillando. Va detto che la crisi economica e finanziaria ha di molto ridotto il suo margine di manovra. Basterebbe però che lo dicesse apertamente. Così l'impressione che dà è di uno in cerca di una collocazione in qualche Parlamento. Tutto legittimo, ma almeno che lo dica. Quelli del Patto per il Territorio però dovrebbero stare muti: se Zambuto è sindaco è merito (colpa?) anche loro.

- Voto 5 al Consiglio comunale

Vabbè è vero che senza soldi il Consiglio serve a poco o a niente. Del 2013 ricordiamo solo quel surreale dibattito dove alla fine l'aula ha scoperto che l'abusivo della Valle dei Templi era sir Alex Hardcastle. Indimenticabile. Una macchia che non  può cancellare manco con le risate.

- Voto 5 a Girgenti Acque

Che dire? Sono passati sei anni e ci sono ancora i turni. Va detto che però l'acqua arriva con più regolarità, ma anche che il costo è salito e pure di molto. Ancora non ci siamo.

- Voto 5 alle primarie del Pd

Dare la tessera a chiunque (pure quelli che, lo sanno tutti, hanno fatto politica con Forza Italia e persino con An) è stato un autogol clamoroso. Anche perché alla fine l'hanno data a tutti fuorché a Peppe Arnone. A Lui no e molti altri sì?

- Voto 4 ad Eugenio D'Orsi

Stefano Vivacqua ha lasciato la Valle dei Templi patrimonio dell'Unesco, Enzo Fontana ha posto le basi concrete per il raddoppio della Statale 640. E lui? Lui rimarrà il presidente della palme e della maglietta pro Raffaele Lombardo indagato per mafia.

- Voto 2 a Peppe Arnone (l'ambientalista)Giuseppe Arnone

La sua difesa a spada tratta (e a prescindere) di Terravecchia e Girgenti Acque mi lascia perplesso. Legittimo per carità, perché ognuno ha le sue idee e vanno rispettate. Ma molti della sua "area" lo guardano ormai come un marziano. Poi la guerra senza quartiere alla Procura di Agrigento è diventata una barzelletta. Sembra un forzista colto con le mani nella marmellata che la butta in caciara. 

- Voto 2 ai Grillini di Agrigento

Un mix di estremismo di destra, omofobia e in generale una politica urlata e guidata dal risentimento. Risentimento verso coloro che, secondo loro, ce l'hanno fatta. E per "ce l'hanno fatta" significa avere un lavoro e forse una pensione. All'ombra dei templi insomma poche idee ma confuse. E soprattutto assoluta incampacità di discutere: o la pensi come Grillo oppure sei un imbecille. Per loro, ovviamente, appartengo alla seconda categoria. Me ne farò una ragione. Non tutti i grillini sono così ma anche se fosse una minoranza è molto rumorosa.

- Voto 0 alla "Colonna d'Ercole"

Un anno a cercare di sferzare senza alcun risultato. Questi non si smuovono dalle poltrone e continuano a non fare nulla. Abbiamo fallito. Ci riproviamo nel 2014.

Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • Avatar anonimo di Marco AG
    Marco AG

     Sui Grillini ti sei  dimenticato di dire che ci sono anche rapinatori e prostitute, inoltre, dovresti  aggiungere che quando c'è la luna piena si trasformano in lupi mannari.  Un giornalista intellettualmente onesto e cosciente del suo ruolo avrebbe valutato e menzionato il fatto che da 2 anni siamo sul territorio totalmente a spese nostre, che non partecipiamo alla spartizione di posti di lavoro, consulenze ed appalti, che collaboriamo con i 5 Stelle eletti all ARS e in Parlamento con trasferte sempre a nostre spese,delle nostre denunce politiche, ecc... Invece, un giornalista che ha il solo scopo di offendere, mette 4 insulti uno dietro l altro ed ha fatto il commento sui 5 stelle.  Oggi viviamo un distruttivo sfascio morale e  il giornalismo di parte non è esente da colpe. 

  • Avatar anonimo di Carmelo Saltalamacchia
    Carmelo Saltalamacchia

    Caro Fabio Ci conosciamo e siamo "amici" (perché all'amicizia tengo al di là della politica, dei soldi e delle donne...) da almeno un ventennio...da tuo ex collega (oltre che della Sicilia, di Avvenire…) ed attuale attivista del M5S io e da iscritto al PD, oltre che giornalista della Sicilia e di Repubblica Tu ci siamo "incontrati" in rete decine di volte. Decine di volte ho personalmente argomentato (quasi sempre pubblicando documenti a supporto di quanto asserivo) e puntualmente ribattuto, anche scherzando,  i tuoi attacchi ... altro che assoluta incapacità di discutere! Attacchi dei quali molti ingiustificati, lanciati – prendendo spunto da una frase di un qualsiasi attivista o dello stesso Grillo - solo per provocare, schernire o comunque tentare di sminuire sistematicamente (quasi come se ti fossi data una missione anti-Movimento 5 stelle) dal tuo profilo – e ora anche dalla tuo foglio online – ciò che il Movimento dice e fa. Sono  partito dal Movimento Giovanile della Dc (subito abbandonato all’indomani dell’elezione a segretario provinciale di Angelino Alfano) poi sono approdato alla Rete di Leoluca Orlando, ed infine transitato per i Verdi con Lillo Miccichè  (non mi pare siamo forze di destra…) per anni non ho poi più voluto occuparmi né di politica né di Agrigento  …ora leggere che – in quanto attivista regolarmente iscritto al M5S – sarei un “estremista di destra, omofobo e guidato dal risentimento perché altri hanno un lavoro o una pensione ( a proposito: Tu, io, noi tutti  riusciremo ad averla una pensione con le politiche che sta portando avanti il tuo partito?) suscita la mia ilarità e, contemporaneamente, la mia preoccupazione: ma sai veramente cos’è il M5S? …E dire che Ti avevo pure postato tutta una serie di link da cui poter attingere notizie reali non filtrate e deviate da certa stampa al soldo dei partiti (tipo quella di Repubblica...). Dovresti un po’ leggere il background – quantomeno – dei personaggi più in vista …guarda che tantissimi elettori e oggi attivisti del M5S sono fuoriusciti in massa proprio dal tuo partito!!  Non è il tuo voto che critico (lo scorso anno non lo avevamo, quest’anno abbiamo conquistato un bel 2 … a molte altre forze politiche non hai dato neanche questo….) ma le parole che hai usato, dettate più da un rancore personale che da una reale coscienza critica. Evidentemente gli scontri che hai avuto con altri attivisti (ma nemmeno due fratelli nella stessa famiglia sono uguali…) ti hanno lasciato delle ferite che non si sono ancora rimarginate ed ovviamente, a fine anno, hai voluto toglierti un sassolino dalla scarpa…ma non è così che si fa. Non è questo il Fabio Russello che conoscevo. Il Movimento (ti ricordo fatto da gente comune e non da professionisti della politica)  in città sta muovendo i primi concreti passi, sta analizzando, studiando, cercando di formulare una propria linea programmatica, una propria visione di ciò che vorrebbe fare e di ciò che Agrigento vorremmo possa essere: non ci aspettiamo la tua collaborazione ma sicuramente ci aspettiamo di leggere le tue denunce, le tue inchieste, i tuoi reportages sui disastri che la vecchia politica, i partiti, non Grillo o il M5S, ha causato in questa città… o, secondo te,  è colpa di Grillo anche la frana del 1969? P.S. Grillo è il leone che ruggisce ma la foresta (o se preferisci la savana) siamo noi …

    • Avatar anonimo di Fabio Russello
      Fabio Russello

      Carmé, tutto quello che hai scritto è bello. Ma c'è una gravissima inesattezza. Scrivi: "Il tuo partito" (riferendoti al Pd). Non ho alcuna tessera di alcun partito (ovviamente). Ho le mie simpatie (come tutti) ma nessuna tessera. Non partecipo ad alcun appuntamento politico. Non ho intenzione di prendere la tessera di alcun partito.

      • Avatar anonimo di Carmelo Saltalamacchia
        Carmelo Saltalamacchia

        Non avrai la tessera ma, ripeto, ti conosco da almeno 20 anni ... Mi sarei aspettato una risposta più argomentata sugli altri punti della mia replica. Evidentemente preferisci glissare. Buon anno.

        • Avatar anonimo di fabio russello
          fabio russello

          "Tutto quello che hai scritto è bello".

  • Avatar anonimo di mario
    mario

    caro Sig. Russello, credo che lei non abbia compreso la differenza tra dare i voti e dare i numeri e, nemmeno quella tra giornalista e giornalaio...ma dalla sua sediolina da pupo del ventriloquo prima o poi lo capirà...

    • Avatar anonimo di Fabio Russello
      Fabio Russello

      Sei un anonimo e quindi, probabilmente, non hai il coraggio di dire le cose col tuo nome completo (e veritiero). Paura? Io le cose le scrivo mettendoci nome e cognome. Tu no. E questo già la dice lunga. Buon anno, caro.

  • Avatar anonimo di Michele Rizzo
    Michele Rizzo

    Io vorrei ricordare D'orsi per avere risanato la Provincia e aver appaltato l'ammodernamento della ss189. Mi sembra un po' ingiusto parlare di palme quando ancora vi è in corso un processo che appurerá eventuali responsabilità. Lo ricorderai anche per non avere elargito somme a pioggia a siti, giornali e televisioni che prima di lui costavano centinaia di migliaia di euro.

    • Avatar anonimo di Fabio Russello
      Fabio Russello

      Caro Michele, tra venti anni, a prescindere dall'esito del processo, sarà ricordato (secondo me) come quello delle palme. Puoi anche pensarla diversamente, ed è legittimo. Buon anno.

  • Avatar anonimo di Alessio Rossano
    Alessio Rossano

    Ho avuto modo di scambiare opinioni con il cronista in questione. Da tanti anni si fa' passare l'idea che la politica deve essere fatta dai politici. Oggi, con il M5S, passa la linea dell'impegno dei cittadini attraverso la partecipazione diretta. E' un viatico di rinnovamento che indubbiamente pesta molti piedi, infastidisce, soprattutto quando questo meccanismo di ridiscussione dei meriti (per molti, di diritti acquisiti) trova il consenso degli elettori.. Credo che l'articolo sia sempre una dicrezione conscia e faziosa di chi lo scrive, specie quando si connota come estremismo di destra, l'impegno e la volonta' di taluni che ritengono doveroso un cambio di rotta. Ma tant'e'. Ce ne faremo una ragione di tale giudizio che non trova nussun appiglio nella storia, auspicando nella speranza di una piu' attenta sintesi riguardo al M5S di Ag, mettendoci a disposizione per ogni chiarimento.

    • Avatar anonimo di Fabio Russello
      Fabio Russello

      Se neghi che, nel movimento agrigentino, ci siano "deviazioni" di tipo post fascista e omofobe probabilmente sei distratto. Ho letto da attivisti del movimento di cui fai parte battute agghiaccianti su Vendola e Crocetta. Azzurra Cancelleri dice che conosce il "problema". Ma forse non ha ancora spiegato bene ai tizi di cui parlo che i valori del Movimento 5 Stelle sono lontani da quelli del post fascismo e dell'omofobia. Aspettiamo con fiducia.

      • Avatar anonimo di Alessio Rossano
        Alessio Rossano

        Ti assicuro che sono molto attento alle dinamiche interne al movimento di cui sono parte integrante. Semmai ci fossero serie derive in tal senso sarei il primo  ad allontanarle, perchè non va in quel senso l' istanza culturale portatrice del M5S  che molti tendono a mistificare.  Per quanto mi riguarda, il movimento cittadino cerca sempre un confronto e si pone come tensione critica all'interno del sistema politico, allo scopo di dare apporti costruttivi che giovino alla intera collettività. Leggere la tua pagella che sminuisce le nostre iniziative così come i nostri auspici ed etichettare nei modi  che hai ritenuto, è stato davvero molto poco edificante e riduttivo.

  • Avatar anonimo di Pasquino
    Pasquino

    Quel " voto 0 " alla Colonna d'ercole non rende giustizia a ideatore,tantomeno a, noi utenti. Certamente bisogna tenere conto delle erbe del mazzo. Purtroppo, "in quello di noi agrigentini" , abbondano zizzania e zecche varie. C'è chi lotta e si prodiga per migliorie o necessità primarie, basilari, essenziali e ovvie; chi , INVECE, continua a rimanere ceco , sordo e muto , quantomeno inerme ,davanti LE IMMANI ANORMALITÀ che , da anni, sono ormai BATTUTE PRINCIPALI di quel copione di "quei personaggi ancora SENZA AUTORE". C'è chi aiuta in silenzio e chi abusa alla luce del giorno. Chi lavora senza essere retribuito, chi invece non è nemmeno presente per scaldare la sedia. Chi fà la fila per PAGARE, tra posta banca e Se.ri.t, chi si lamenta perché è li seduto, da un intera giornata a far pagare ( almeno fallo veramente ) . Chi si alza la mattina per cercare di portare il pane a casa ; chi invece, la spesa , viene regalata e portata a domicilio. Chi continua a sbavare dietro ad Alfano, e cialtroni di turno; chi continua a stringere denti e cinghia. Si, c'è ancora molto da fare. L'agrigentino è duro al comprendonio. Lo è PURTROPPO, ancor di più nell'agire per le cose IMPORTANTI . Buon 2014.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento