Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

Lello Analfino for president

Accogliamo i migranti e quando c'è da mettere in campo la macchina delle solidarietà scendono per strada anche gli "insospettabili", accogliamo candidati sindaci che provengono pure da "Brachetto di Sotto"

La nostra è diventata una terra d'accoglienza. Accogliamo i migranti e quando c'è da mettere in campo la macchina della solidarietà scendono per strada anche gli "insospettabili", accogliamo candidati sindaci che provengono pure da "Brachetto di Sotto". Diciamo che l'accoglienza dopo tanto tempo, se avessimo avuto una classe dirigente appena sufficiente, sarebbe diventata un'opportunità per tutti (e non solo per chi ne gestisce il business... ) invece che un problema.

Poi accendi la Tv il pomeriggio del Primo Maggio e ti vedi il concertone. A un certo punto spunta un tipo con una goffa giacca rossa da "maschera del circo" (ma dove cavolo l'avrà trovata?) e sotto una bellissima maglia a strisce bianche e azzurre. E' Lello Analfino. E' lo stesso che davanti gli studenti del Cupa le ha cantate ai deputati regionali presenti e che, come le belle addormentate nel bosco dopo avere contribuito quasi a far morire l'Università di Agrigento, erano là a parlare di "Università volano dello sviluppo". Sì sì, volano che, non a caso, significa niente.

E' lo stesso che è andato a suonare a Porto Empedocle, per un concerto, che aveva come tema appunto l'accoglienza, ed è stato follemente messo sotto accusa. Lui che di mestiere fa il musicista, secondo questi soloni, non sarebbe dovuto andare. Come se un medico, in campagna elettorale, non dovesse visitare un candidato sindaco.

Comunque sia , al concerto del Primo Maggio, ha messo sul palco il suo talento (perché questo qui il talento ce l'ha per davvero) e ha cantato tre canzoni che sono il manifestato del nostro tempo. E poi sta maglia biancazzurra: in quanti, persino a Brachetto di Sotto, si saranno chiesti: "Ma di che squadra è?".

Possibile che debba essere un musicista il simbolo (positivo) di questa città?

Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento