Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

Trevirgolauno al giorno

Trevirgolauno al giorno che significa, più o meno, trecentomila euro l'anno. Compresi gli ottantamila euro trovati l'ultimo dell'anno. Non trovano mai soldi per fare niente e invece per pagarsi il gettone li trovano

Trevirgolauno sedute di commissione al giorno. E' la media ­ basta prendere una calcolatrice ­ che viene fuori dal numero di riunioni in un anno (1133) diviso i giorni dell'anno (365). Trevirgolauno sedute al giorno, compreso il Natale, il Santo Stefano, il Venerdì Santo, Pasqua, Pasquetta, il giorno di Italia Inghilterra, Italia Uruguay e Italia Costa Rica ai Mondiali (e qui sono giustificati: meglio un bel gettone che quella Nazionalaccia), il Ferragosto, il giorno del proprio compleanno, quello dell'anniversario di matrimonio (ma come l'hanno spiegato alle proprie compagne?).

Trevirgolauno al giorno che significa, più o meno, trecentomila euro l'anno. Compresi gli ottantamila euro trovati l'ultimo dell'anno. Non trovano mai soldi per fare niente e invece per pagarsi il gettone li trovano.

Ora non è che dobbiamo abbandonarci al qualunquismo (anche se la tentazione c'è). Però trevirgolauno sedute al giorno è un numero che fa riflettere soprattutto ­ e questo è un dato di fatto ­ non è che (per citare Teleacras), ho visto tutti sti "meriti e azioni concrete". Però magari mi sbaglio e invece "oggettivamente i meriti e le azioni concrete" c'erano. Diciamo subito ­ a scanso di equivoci ­ che la magistratura non potrà mai intervenire: sulla carta è tutto regolare.

Loro fanno le riunioni e il Comune deve (giustamente) pagare. Al massimo potrebbe arrivare la Corte dei Conti. Quello di cui qui si discute è però altro. Qui si discute di etica pubblica e di congruità tra quanto abbiamo speso tutti noi e quanto ci abbiamo guadagnato in termini di miglioramento della qualità della vita. E, secondo me, noi cittadini "oggettivamente" e "concretamente" c'abbiamo perso.

Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Franz La Paglia
    Franz La Paglia

    Ma Russello c'è o ci fa? Premetto e preciso: non aderisco ad alcun partito o movimento politico, culturale, religioso, ecc. ecc. ecc.; non ho parenti impegnati in politica o nel sindacato; non ho parenti in attesa di impiego; alle ultime elezioni comunali ho votato per un candidato al Consiglio che non è stato eletto; al ballottaggio per il sindaco non ho votato perché fuori sede per lavoro. Fatta questa doverosa precisazione, torniamo a Russello che, come spesso avviene, forse parla di qualcosa che non conosce bene. E' verissimo che 1133 (il numero delle sedute delle commissioni) diviso per 365 giorni dell'anno fa 3,1. Ma le commissioni sono 6, per cui 1133, diviso 6 fa 188,8333333.... cioè poco più di sei mesi. Significa una seduta ogni due o tre giorni,a seconda della commissione. Se hanno operato bene o male saranno le istituzioni deputate al controllo a stabilirlo: magistratura, corte dei conti e così via. Comunque, a proposito di spese di denaro pubblico, vorrei fare notare che i 300 mila euro di gettoni di presenza in un anno sono niente rispetto a quello che Comune e Regione siciliana spendono per ospitare 205 minori immigrati non accompagnati che vivono in una ventina di comunità in città. Calcolatrice alla mano: 205 immigrati costano 35 euro al giorno che corrispondono a un totale di 7.175 euro, pari, in un anno, a 2 milioni 618 mila 875. Altro che 300 mila euro di gettoni. Vorrei far notare che 35 euro al giorno sono 1.050 euro al mese per ogni immigrato, mentre ci sono pensionati che devono accontentarsi di meno di 500 euro mensili. Faccio presente che questi oltre 2 milioni e 600 mila euro li paghiamo noi con le addizionali Irpef comunale e regionale che troviamo in busta paga. O Russello non se ne accorge, indossando i panni del coniglio rosa di una nota pubblicità di biscotti? Aggiungo che ad Agrigento ci sono ancora 180 immigrati gestiti dal Ministero degli Interni che costano (sempre a 35 euro al giorno) 6.300 euro, pari ad altri 2 milioni 299 mila e 500 euro annui. E sono sempre soldi che paghiamo noi con una tassazione più alta d'Europa. Il Cara di Mineo costa 130 mila euro al giorno, pari 47 milioni e 450 mila euro ogni anno. E sappiamo che dalle intercettazioni di "mafia capitale" emerge che il businnes degli immigrati "rende più del traffico di droga". E quanti centri, come quello di Mineo, ci sono in Sicilia e in Italia? Senza contare che, con l'operazione "Mare nostrum" abbiamo consentito ai trafficanti di esseri umani di "fatturare" almeno 400 milioni di euro finiti, in gran parte, a finanziare gli integralisti vicini all'Isis che operano nell'area di Bengasi.  

    • Avatar anonimo di fabio russello
      fabio russello

      Eh?

      • Avatar anonimo di Franz La Paglia
        Franz La Paglia

        Zoccu è scrittu leggiri si voli!

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento