Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

La tripletta di Angelino

Siccome mentre scrivo non so nemmeno quale sarà il risultato di Akragas-Savoia dico che se loro vincono diranno che ce l'hanno fatta nonostante il destino cinico e baro avesse messo di mezzo nientepopodiché il ministro dell'interno. Se perdono è tripletta di Angelino

A Torre Annunziata hanno perso la Trebisonda. Si sono cioè convinti che Angelino Alfano abbia messo lo «zampino» nella sostanziale rinuncia del Ragusa, nel far sì che i giocatori squalificati dell'Akragas scontassero le squalifiche e che addirittura avesse messo tutto il suo peso per spingere l'Osservatorio delle manifestazioni sportive a vietare che i tifosi del Savoia arrivassero ad Agrigento. Tre gollazzi. Follie. Come quel direttore sportivo savoiardo (che non sono i biscotti per fare il tiramisù) che in un sito web torrese parlava come se il Savoia fosse il Real Madrid e come se Angelino fosse una specie di Berja in salsa agrigentina capace di risultare decisivo nel calcio. Ma dai.... Non lo sanno che qui Angelino ormai ci mette piede «solo» (che poi in realtà è tanto) per vedere i suoi genitori?

Per il resto - come molti ahimé sanno - se ne strafotte o quasi. Se gli chiedete di Aprile, lui vi parlerà della Pasqua e non certo del centrocampista della Nazionale dilettanti. Se gli chiedete di Pellegrino, lui da cattolico apostolico e romano vi dirà che è un viaggiatore sulla via di Lourdes. Da quando uscì fuori una foto imbarazzante che qualcuno gli scattò a Palma di Montechiaro in un posto dove forse era meglio non esserci, prende tutto ciò che è agrigentino con le pinze. Circostanza che fino ad ora gli ha permesso di non finire immischiato nelle piccole storie di provincia che si vivono qui.

E' che forse a Torre Annunziata hanno un sensazione diversa sulla reale influenza nelle cose agrigentine di Angelino. Saranno loro abituati male, chi lo sa? Magari la De Girolamo a casa sua discute di Asl e di arbitri. Boh. Non sanno che qui lui non ci mette becco. Al massimo, ma va detto che non è poco, avrà messo la sua influenza sulla sponsorizzazione dell'Enel. Solo che lo sponsor non va in campo. Questi hanno solo paura perché le pressioni sono (per loro) insostenibili. Dimenticano che è (solo) una partita calcio. E siccome mentre scrivo non so nemmeno quale sarà il risultato di Akragas-Savoia  dico che se loro vincono diranno che ce l'hanno fatta nonostante il destino cinico e baro avesse messo di mezzo nientepopodiché il ministro dell'interno. Se perdono è tripletta di Angelino.

Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di kekko
    kekko

    Caro Fabio Russello non credo come dice Lei, e me ne meraviglio dato che è un giornalista che a quanto leggo scrive su giornali anche importanti, che il Ministro dell' Interno Alfano non si interessi di Agrigento e in particolar modo dell' Akragas. Mi duole farLe notare, infatti, che proprio pochi giorni fa e la notizia è apparsa proprio su questa testata "AgrigentoNotizie"il 4 gennaio scorso, il Dott. Alfano ha fatto visita alla squadra della sua città natale intrattenendosi a parlare con presidente, giocatore e allenatore. Cosa c'è di male??? Nulla, infatti, mi meraviglio solo del fatto che un giornalista come Lei scriva che il MInistro Alfano si interessi poco e niente della sua città! Su è giustamente un tifoso. Ci chiameremo anche come una marca di biscotti, ma come si dice all' ombra del Vesuvio "Cà nisciun' è fesso!". Per concludere, dato che dal modo di scrivere l' articolo deduco che anche Lei è un tifoso dell' Akragas, La saluto dicendole "LA CAPOLISTA SE NE VA"! P.S. Giusto per informarLa, il Ministro De Girolamo, non è di Torre Annunziata, ma di Benevento. Non facciamo di "tutta un' erba un fascio", mi meraviglio ancora...!

    • Avatar anonimo di fabio russello
      fabio russello

      Confermate la mia idea: avete paura e vi aggrappate a tutto. Il Savoia ad Agrigento ha giocato da squadra che deve salvarsi. In campo non ci va Alfano - se lo faccia dire me: di Agrigento se ne fotte - ma ci vanno i giocatori. Chieda invece conto e ragione a Feola per la partita di Agrigento. Alfano non ha segnato, ma Scarpa e Del Sorbo avrebbero dovuto pagare il biglietto in quanto spettatori.

      • Avatar anonimo di kekko
        kekko

        Paura di cosa??? Ci aggrappiamo a tutto??? L’ unico timore che ho, in quanto tifoso del Savoia, è quello di non poter seguire liberamente la mia squadra in trasferta come, invece, possono fare altre tifoserie ( un esempio: tifosi dell’ Akragas a Torre nel girone d’ andata). In secondo luogo non posso chiedere conto a Feola delle scelte effettuate in primis perché tutto sommato ieri il pareggio è stato sicuramente un risultato a favore del Savoia, inoltre non posso neanche esprimermi sul gioco di Scarpa & Co. Perché??? Sono residente a Torre Annunziata e ieri mi è stato vietato per “motivi di ordine pubblico” il diritto alla libera circolazione sul territorio nazionale (ART 16 Cost.). P.S. : Sono così scalmanati e malavitosi i tifosi del Savoia che ieri hanno visto tranquillamente la partita da una collina insieme ai diffidati di Agrigento! Siamo proprio turbolenti eh…!?!?? Ah e mi permetta di ricordarle che Scarpa è residente a Torre e il biglietto non avrebbe mai potuto comprarlo… sempre per motivi di ordine pubblico!

  • Avatar anonimo di Giuseppe
    Giuseppe

    Fabio Russello hai ragione quando dici che a Torre Annunziata pensiamo male perché: non è vero che il ministro dell’interno Alfano è tifoso dell’akragas; non è vero ha portato l’enel come sponsor; non è vero,(nonostante che Alessi abbia detto lo rifaremmo tranquillamente anche in un'altra occasione) che i 4 diffidati dell’akragas si siano fatti ammonire volontariamente per saltare la non partita di ragusa; è giusto il divieto di trasferta e che i tifosi del savoia non vadano ad agrigento perché c’è inimicizia con gli agrigentini e ci sono stati gravissimi episodi di violenza a torrecuso; Simonetti, che nella sua carriera da ds ha vinto appena una quindicina di campionati,sbaglia a dire che il savoia è il real madrid (non so quando l’abbia detto cmq)…ed è un bugiardo perché il savoia è stato costruito per salvarsi non per vincere il campionato, infatti è da 19, anzi diciamo pure 20 giornate consecutive all’ultimo posto in classifica…mentre rigoli è un santo perché ha detto sempre che l’akragas non è stato costruito per vincere il campionato e non doveva competere col savoia; è vero che il savoia ha paura, infatti domenica scorsa due giocatori, uno diffidato si è fatto ammonire e un altro si è fatto espellere per evitare la trasferta di agrigento…e se mercoledì di questa settimana ci fosse stata una partita di coppa italia l’avrebbero spostata per arrivare più freschi al big-match come successeall’andata per savoia-matera..mentre l’akragas non so con chi giocò regolarmente il mercoledì prima…vero Russello????? per finire… non è vero nemmeno che il noto ha falsato il campionato,giocando alla morte contro savoia e battipagliese battendole entrambe e andando a pareggiare a cava, mentre prima di giocare contro l’akragas (e mandando i ragazzini in campo) ha svincolato i giocatori per poi ritesserarli (sempre gli stessi!!!) la settimana dopo.  

    • Avatar anonimo di fabio russello
      fabio russello

      Ho visto Akragas Savoia. Angelino, come sai, non ha segnato e ha fatto una pessima prestazione. Ma anche Scarpa e Del Sorbo hanno giocato male.

  • Avatar anonimo di CARLO
    CARLO

    ciao scusa del disturbo essendo che da come parli fai capire che a TORRE ANNUNZIATA siamo tutti pazzi , invece noi dopo aver visto tante anomalie abbiamo dato il nostro giudizio e credo sarebbe stato viceversa a parti invertite ,adesso ti spiego 1) il sig ANGELINO ALFANO  quando e andato a far visita alla sua squadra del cuore (AKRAGAS ) il presidente ALESSI  ha dichiarato a fine intervista che in estate il ministro degli interni a finanziato il suo progetto ,piu sponsor . 2) i tifosi del AKRAGAS all'andata sono venuti a TORRE ANNUNZIATA e non  c'e stato nessun 'problema ,e per noi meritano tuto il rispetto perche hanno macinato 1000 chilometri perche a noi e stata vietata la trasferta loro erano 70 noi invece eravamo pronti per partite 500 ma non vedo il problema con un campo che puo ospitare 7000 persone . 3) con i fatti di RAGUSA si e capito la potenza della politica in un calcio malato le partite si vincono sul campo no facendo sceneggiate e vncere cosi non  e giusto perche proprio l' allenatore del RAGUSA  grande uomo ad avere il coraggio di dire la VERITA che sono stati costretti a scendere in campo . 4) Noi siamo infuriati perche un BIG MATCH senza la tifoseria ospite e una vergogna poi senza una motivazione valida e poi ti voglio dire che noi non abbiamo paura di nessuno siamo TORRE ANNUNZIATA il SAVOIA la storia mettelo in testa ,penso che voi eravate preoccupati perche arrivando noi ad agrigento satrebbe stata altra musica spero nella buona fede del direttore di gara sperando che non ci sia un altra ANOMALIA . grazie e stato un piacere FORZA SAVOIA vinca il migliore spero con ONESTA .

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento