Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

Il matrimonio sbagliato

Cari i miei scienziati di Agrigento2020, anziché creare il mostro che avete creato, non era meglio sfidarsi direttamente al primo turno elettorale? Davvero pensate che gli elettori di Bellini (se dovesse vincere lui le primarie) potrebbero mai votare al primo turno Alessi? Davvero pensate che gli elettori di Alessi al primo turno, nel caso di vittoria alle primarie, voterebbero Bellini? Dai....

Come lo stato maggiore del Pd ­ comunque tutti eletti grazie al Porcellum e dunque senza voti propri: da Maria Iacono a Tonino Moscatt e via discorrendo ­ abbia accettato di siglare l'accordo Agrigento2020 resta un mistero. Soprattutto perché ­ al di là dei simboli o non simboli di Forza Italia ­ ad Agrigento lo sanno tutti che il Patto per il Territorio e Forza Italia sono pressoché la stessa cosa. Sono sovrapponibili, sia nelle persone che nelle idee. Ed anche se così non fosse sarebbe bastato guardare i riferimenti locali per cambiare strada e farne un'altra diversa.

Pensare che Pietro Macedonio possa avere qualcosa in comune con il sentire del centrosinistra è una barzelletta. E' di Forza Italia. Pensare che Riccardo Gallo possa avere possa avere qualcosa in comune con il sentire del centrosinistra è un'altra barzelletta. E' di Forza Italia. Pensare che Silvio Alessi possa avere qualcosa in comune con il sentire del centrosinistra è un'altra barzelletta ancora. E' di Forza Italia. Di Pietro Marchetta ricordo solo che ha fatto diverse volte l'assessore sia con Sodano che con Piazza che con D'Orsi e che una volta, durante la Commemorazione dei Defunti, voleva posteggiare per forza dove invece non si poteva posteggiare.

Le primarie farsa ­ dove Epifanio Bellini assomiglia sempre più al capro da sacrificare non si sa a chi né a che cosa ­ probabilmente a questo punto non si faranno. Vabbè che Agrigento è un laboratorio politico, ma quando è troppo è troppo. Pure quelli di Forza Italia hanno detto no ad un matrimonio contro natura che sembra nato dalla legge proposta da quel deputato grillino che prevedeva le nozze tra specie diverse (purché consenzienti...). Ecco perché se fossi in Calogero Firetto, rigassificatore o non rigassificatore, comincerei a gongolare affacciandomi dalla finestra ad ammirare gli errori esiziali dei miei (?) avversari.

Che poi, cari i miei scienziati di Agrigento2020, anziché creare il mostro che avete creato, non era meglio sfidarsi direttamente al primo turno elettorale? Davvero pensate che gli elettori di Bellini (se dovesse vincere lui le primarie) potrebbero mai votare al primo turno Alessi? Davvero pensate che gli elettori di Alessi al primo turno, nel caso di vittoria alle primarie, voterebbero Bellini? Dai....

P.S.: complimenti a chi ha autorizzato le verifiche sul viadotto Morandi lo stesso giorno del mercato del venerdì e praticamente senza alcun preavviso e complimenti a chi ha autorizzato quei lavori sul ponte Morandi nello stesso giorno in cui hanno chiuso Piazzale Rosselli e nello stesso periodo in cui la Statale 640 è chiusa in contrada Petrusa. Davvero complimenti.

Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Fabio, ancora rido per le primarie 2020. Se fosse un film., si intitolerebbe "Come vengo a fotterti il candidato a casa tua". Se la regola è che ci si sfida alle primarie, ma poi il candidato che le vince deve essere appoggiato da tutti i partecipanti, allora ad oggi il PD, primo partito d'Italia, ad Agrigento dovrebbe presentarsi alle comunali senza un proprio candidato, con l'obbligo di portare in spalla il sottile Alessi. Capodicasa, Zambuto (Zambuto?) e compagnia bella dovranno aiutare gente come Cimino, Macedonio, Gallo e Cuffaro (il nuovo che avanza...) a far eleggere Alessi. Coraggio. Forse ci siamo. E' la volta buona che il PD sparisce per sempre da questa città. Su rimboccatevi le maniche... sapete come si dice, chi ben comincia ... Continuo a ridere Mimmo Palillo

  • Avatar anonimo di Franz La Paglia
    Franz La Paglia

    Poche idee ma confuse ... Dopo la caduta del muro di Berlino nel 1989, si sono mescolate le carte. Sandro Bondi, esponente del PCI e sindaco comunista del suo comune, diventò coordinatore nazionale di Forza Italia. Roberto Maroni, militante di Democrazia Proletaria è diventato leader della Lega Nord. Socialisti come Cicchitto, Brunetta e Tremonti (quest'ultimo era anche collaboratore del Manifesto), approdarono a Forza Italia. Pietro Macedonio, in passato, è stato esponente di primo piano del Partito socialista in provincia di Agrigento e assessore socialista al Comune. Era nella corrente che faceva capo a Salvatore Lauricella, ex ministro e presidente dell'Ars per due legislature, padre di Giuseppe Lauricella, attuale deputato nazionale del PD. Riccardo Gallo è stato democristiano come suo padre e suo nonno e come Renzi. Anche D'Orsi ha un passato da socialista e dopo la sua elezione a presidente della Provincia col centrodestra, nel giro di pochi mesi formò una maggioranza di centrosinistra. Sodano, democristiano, nel 1993 fu eletto sindaco con il simbolo di Alleanza Democratica, di cui era esponente di primo piano Giuseppe Ajala, poi eletto senatore del PD a Potenza. Della coalizione Agrigento 2020 fa parte anche Michele Cimino, che era di Forza Italia e che adesso è vicino a Crocetta. Persino Fini, nell'ultima parte del suo mandato di presidente della Camera dei deputati, per i suoi atteggiamenti, era considerato un fascista in camicia rossa, proprio come Bombacci (amico personale di Lenin e Mussolini), chiamato comunista in camicia nera che nel momento della fucilazione, gridò "viva il duce, viva il comunismo". Di cosa meravigliarsi, dunque? Le ideologie, ormai, bisogna farsene una ragione, non esistono più.  

  • Avatar anonimo di Alina
    Alina

    Sinceramente non mi dispiacerebbe affatto se vincesse Firetto!  

  • Avatar anonimo di franca
    franca

    magari vincesse FIRETTO almeno farà qualcosa per questa città,e leva quei 4 ladroni che hanno rubato specialmente quello che si crede un santone mi sembra lo zio Michele sa tutto ,lo aveva detto ci manca sulu ca dici ho stato io

  • Avatar anonimo di osservatore
    osservatore

    Stando così le cose, dovremmo assistere alla fine dell'insolito improvviso "schiniamento feisbicchiano" tra tifoserie forzitaliote e piddini (mi piaci ca ti piaci) oppure nel frattempo, babbiannu babbiannu nasce davvero qualche imprevedibile zitaggio?

  • Avatar anonimo di peppe
    peppe

    Sono tutti appartati. Stanno facendo di tutto per fare vincere Firetto . Gli unici a fare la guerra quelli del Patto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento