Colonne d'Ercole

Colonne d'Ercole

Zambuto e Pd, matrimonio inutile

Basterebbe, per riconquistare quel grande patrimonio di seguito e simpatia, tornare a mettere alla porta i partiti ed ai suoi autoreferenziali esponenti. Butti fuori dal tempio i mercanti e si affidi ai "migliori" di Agrigento. Qui ce ne sono tanti di "migliori" nei diversi campi e purtroppo non sono quelli dentro i partiti

Marco Zambuto

Che Marco Zambuto abbia deciso di aderire al Pd di per sé non è uno scandalo. La tessera non si rifiuta a nessuno, a meno che non ti chiami Giuseppe Arnone e ti candidi sempre e comunque contro quelli del Pd. E non è nemmeno un caso che la discesa nel campo pidino il sindaco l'abbia annunciata prima al Corsera e poi con la lunga intervista data a Emanuele Lauria su Repubblica (Palermo).

Zambuto sa bene di trovarsi di fronte ad un Pd che ad Agrigento è sostanzialmente irrilevante sia nei numeri che, come peso, nella stanza dei bottoni palermitani. Piuttosto non farà che acuire i contrasti tra l'area renziana e l'area più tradizionale del partito. Per dire: Enzo Napoli, l'unico agrigentino che ha un ruolo di primo piano nella segreteria regionale del partito, ha già spiegato che il tesseramento si decide qui e non certo a Firenze. L'unica strada che il Pd ha - avrebbe - è quella di fare un congresso che discuta anche, se necessario, di Zambuto e della sua paventata adesione.

Ma il Pd agrigentino, ed è del tutto evidente, non ha la forza per farlo. Probabilmente subirà nel silenzio dei militanti la tessera al sindaco ex democristiano (ma anche ex alfaniano, non ex pdl, ma ex alfaniano) forse in cambio di un paio di assessorati al Comune. Ma è anche evidente che sia il sindaco (o chi gli dà i consigli) non ha capito che la politica fatta così è ormai morta e sepolta. Se non sei coerente alla fine vieni punito.

Basterebbe, per riconquistare quel grande patrimonio di seguito e simpatia, tornare a mettere alla porta i partiti ed ai suoi autoreferenziali esponenti. Butti fuori dal tempio i mercanti e si affidi ai "migliori" di Agrigento. Qui ce ne sono tanti di "migliori" nei diversi campi e purtroppo non sono quelli dentro i partiti. Serve coraggio. E il Marco Zambuto di questi tempi non ce l'ha. 

P.s.: siamo tutti tifosi dell'Akragas e siamo tutti entusiasti dei risultati degli ultimi due anni. Peccato che la stagione della serie D ancora non è cominciata e già ci sono i primi autogol con la vicenda Saraniti. Un giornale (La Sicilia) la scrive, la società smentisce (con toni inaccettabili) e poi annuncia... Saraniti. Dicono che le notizie si danno solo se la società dà l'autorizzazione. Spiegate che si tratta della Akragas di Agrigento e non certo della 25 Aprile di Peongyang.

Colonne d'ercole

" Classe 1971, è un giornalista, firma del quotidiano ""La Sicilia"" e corrispondente da Agrigento per ""La Repubblica"" e per l'agenzia di stampa ""Agi"". Iscritto all'Ordine dei giornalisti pubblicisti nel 1994, è diventato professionista nel 2007. Racconta per noi - controcorrente - quello che va al di là dei confini della cronaca. "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Se anche il genero di La Russa viene imbarcato nel Pd, allora diventa estremamente urgente la ri/costituzione di un Partito Socialista Democratico. Altrimenti moriremo davvero democristiani.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento