rotate-mobile
L’iniziativa

San Gregorio e le donne vittime di violenza: chiesa e Soroptimist insieme in cattedrale

La messa si è svolta presso per ricordare la memoria di San Gregorio, già vescovo di Agrigento

Violenza sulle donne, nella giornata dedicata al contrasto di questo fenomeno odioso, Chiesa e Soroptimist insieme hanno pregato e ricordato tutte le vittime con la celebrazione del cardinale Luis Antonio Tagle, prefetto della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli.

La messa si è svolta presso la cattedrale di San Gerlando alla presenza anche dell'arcivescovo Alessandro Damiano per ricordare la memoria di San Gregorio, ma durante la celebrazione sono state appunto ricordate le donne vittime di maltrattamenti, comportamenti persecutori, abusi domestici e aggressioni.

"Il cardinale Tagle è una delle più alte cariche del Vaticano ed ha pronunciato un’omelia – spiega Margherita Trupiano, presidente del Soroptmist di Agrigento - nella quale ha più volte parlato ad una chiesa gremita, della tematica della violenza sulle donne sottolineando che la società deve imparare nuovamente a saper guardare alle donne e    porsi in posizione di ascolto per celebrare la fede. E’ stata per noi del Soroptimist- ha concluso la presidente- una grande occasione per esserci in un modo diverso e affiancando un l’importante segmento sociale cattolico, che ha avuto modo accostarsi a noi e sostenerci nella diffusione del nostro impegno, simboleggiato dal drappo rosso, la composizione di fiori gialli e blu, il nostro labaro e il folto gruppo di soroptimiste presenti, contraddistinte per l’avere indossato un delicato e significativo fiocco arancione".

L'incontro rientra nella campagna "Read the signs", promossa da Soroptmist per sensibilizzare sul tema della violenza di genere. 

"Coinvolgeremo molti settori della società - spiega ancora Trupiano - e il territorio, con l’illuminazione grazie ad Parco della Valle dei Templi, di alcuni ulivi nei pressi del Tempio di Giunone, il roll -up apposto davanti il palazzo della Prefettura e Libero consorzio che tramite il commissario Sanzo ha voluto concederci lo spazio, una vela accolta dal dirigente del poliambulatorio Umberto Alletto dell’ Asp, e ancora i comuni di Realmonte, Naro, Camastra, Racalmuto per i quali ringrazio i sindaci di avere aderito alla nostra proposta di illuminare di arancione i monumenti".

Previsti anche incontri nelle scuole, oltre che “La dolcezza contro la violenza”, con la distribuzione di un biscottino antiviolenza che si chiamerà “Soroptimino” e che è stato creato dallo chef stellato Rosario Matina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Gregorio e le donne vittime di violenza: chiesa e Soroptimist insieme in cattedrale

AgrigentoNotizie è in caricamento