rotate-mobile
Attualità

Riserve naturali nell’Agrigentino dove il tempo sembra essersi fermato

Itinerario tra le bellezze naturalistiche di Torre Salsa, della Riserva naturale orientata foce del fiume Platani e delle Gole del Lupo

Non finisce mai di stupire il territorio Agrigentino, nei suoi scenari unici tra natura, storia e arte.  A proposito di natura oggi andremo alla scoperta di tre riserve naturali tra le più conosciute, in cui gli scenari incantati incontrano la flora e la fauna. Agrigento è particolarmente ricca di siti naturalistici cominceremo dalla Riserva Naturale Orientata Torre Salsa per poi proseguire con la Riserva naturale orientata foce del fiume Platani e per finire  faemo un salto alle Gole del Lupo.

Partiamo dalla Riserva Naturale Orientata Torre Salsa, questa si trova tra Siculiana Marina ed Eraclea Minoa. Si tratta di un'area di rilievo naturalistico gestita dal Wwf, dove si tutela la Caretta caretta. Si caratterizza per la varietà di flora e fauna. Questo luogo prende il nome dalla presenza dell’antica torre di avvistamento, chiamata appunto Torre Salsa.

Si prosegue con la Riserva naturale orientata foce del fiume Platani. Risiede nei comuni di Ribera e Cattolica Eraclea,  è stata istituita il 4 luglio 1984  per tutelare l'ecosistema costiero e le numerose specie di uccelli migratori. Tra questi ricordiamo: l'Airone cinerino, il cavaliere d'Italia, l'Avocetta, il Fratino, il Falco di Plaude e il il falco Pellegrino. Per quanto riguarda la vegetazione si possono ammirare anche la Tamarix Gallica e la rara retama.

Tra i siti in cui predomina la natura incontaminata abbiamo le Gole del Lupo. Queste sono distanti 2,5 km da Ribera  e si trovano in prossimità del Castello di Poggiodiana. Scavate dal fiume Verdura qui troviamo  agrumeti e frutteti. Vista mare assicurata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riserve naturali nell’Agrigentino dove il tempo sembra essersi fermato

AgrigentoNotizie è in caricamento