Studente non può ritirare il computer per la didattica a distanza, glielo porta la protezione civile

Un alunno dell'istituto Foderà era sprovvisto del pc per lavorare nella sua abitazione

Un alunno dell'istituto Foderà ha bisogno di un computer per studiare da casa ma il trasporto dalla scuola a Raffadali, città dove vive, è vietato dalle disposizioni in materia di prevenzione del contagio da Coronavirus. A portarglielo a domicilio ci pensano i volontari della protezione civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’intervento della protezione civile - spiega il dirigente scolastico Alfio Russo - è stato possibile grazie all’estrema sensibilità istituzionale e personale del commissario straordinario del Libero consorzio comunale, Alberto Di Pisa, che ha autorizzato il prelievo dalla scuola e la successiva consegna del computer, e alla collaborazione del responsabile della protezione civile provinciale, Franco Marzio Tuttolomondo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento