rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità Sciacca

“Il sole e l’azzurro”: gli studenti nelle spiagge di Eraclea Minoa e Bovo Marina per tutelare la pesca e le risorse naturali

Sono stati 300 i ragazzi che hanno partecipato ai progetti di educazione ambientale per costituire il gruppo dei “Guardiani della costa”

Studenti e insegnanti sono stati ospiti presso l’Oasi di Marevivo, il centro di educazione ambientale dell’associazione ambientalista, tra le spiagge di Eraclea Minoa e Bovo Marina, per un evento di educazione ambientale organizzato dal Flag “Il Sole e l’azzurro tra Selinunte, Sciacca e Vigata”. Si tratta di un progetto finalizzato a migliorare l’immagine dei prodotti della pesca e a maturare il rispetto e la tutela delle risorse naturali.

Coinvolti complessivamente 300 studenti delle scuole del territorio con due interventi formativi: “Una Tavola Blu” e “La mia Costa. Cosa posso fare io per il mio territorio” per alimentare e promuovere la valorizzazione delle risorse del mare ed il loro utilizzo sostenibile, lo studio delle caratteristiche naturalistiche, le tradizioni e la cultura del territorio in maniera da arrivare. L’epilogo del progetto, al termine dell’anno scolastico, sarà la costituzione di un gruppo di “Guardiani della costa ”.

Le restrizioni generate dalla pandemia avevano limitato le possibilità di attività in presenza nelle scuole e, dopo un’articolata attività in dad, finalmente si è potuti giungere all’organizzazione dei laboratori e delle escursioni per coinvolgere gli studenti più attivamente e riuscire a raggiungere al meglio gli obiettivi della campagna.

Scuole di Menfi, Sciacca, Ribera, Cattolica Eraclea, Montallegro, Realmonte, Siculiana, Porto Empedocle, ma anche di Campobello di Mazara e Castelvetrano, hanno aderito all’iniziativa contribuendo, con l’aiuto dei dirigenti scolastici, degli insegnanti e degli educatori ambientali, a promuovere la conoscenza della fascia costiera interessata.

Oltre ai laboratori c’è stato anche un intervento ecologico con la pulizia di un lungo tratto di spiaggia compreso tra Bovo Marina ed Eraclea Minoa, con la raccolta di rifuti.

L’attività della giornata si è conclusa con una degustazione di pesce azzurro locale preparato dagli chef del ristorante Lido Garibaldi per essere apprezzato e gradito anche dai più giovani.

Sgombri, sarde e sardine, privati delle lische e con una leggera panatura di farina, sono giunti caldi sui tavoli allestiti all’esterno del lido e hanno finito per tentare anche i più scettici, meno avvezzi al consumo di pesce povero, con valutazioni di gusto molto positive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Il sole e l’azzurro”: gli studenti nelle spiagge di Eraclea Minoa e Bovo Marina per tutelare la pesca e le risorse naturali

AgrigentoNotizie è in caricamento