Trovate siringhe e flaconi di metadone, cresce l'allarme in centro

Gli operatori ecologici, di buon mattino, hanno rimosso ogni rischio in quella che è una zona fortemente trafficata anche da famiglie con bambini piccoli

(foto ARCHIVIO)

Siringhe usate, flaconcini vuoti di metadone e blister di antibiotici e antidepressivi. Fra via Atenea, via Gioeni e Porta di Ponte sono stati fatti - secondo quanto riporta il quotidiano La Sicilia - dei rinvenimenti inquietanti. Tutta roba che viene utilizzata dai tossicodipendenti che, naturalmente, non si curano di dove lasciano quelli che potrebbero essere prodotti veramente rischiosi: le siringhe soprattutto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Siringhe e flaconi di metadone sono stati rimossi, di buon mattino, dagli operatori ecologici durante la quotidiana raccolta dei rifiuti. E' cresciuto però l'allarme visto che si tratta di zone molto trafficate, anche dalle famiglie con bambini piccoli.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

  • Secondo tampone positivo in meno di 24 ore a Ravanusa: è un focolaio diverso, per l'Asp gli infetti sono 85

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento