"Diculther Faro Sicilia", nasce la prima associazione per l’attuazione della convenzione di Faro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Nasce a Sciacca, presso il Museo Diffuso dei 5 Sensi gestito dalla Cooperativa di Comunità “Identità e Bellezza”, DICULTHER FARO SICILIA, la prima Associazione per la promozione e l’attuazione della Convenzione di Faro in Sicilia dopo la ratifica del Parlamento italiano,
avvenuta il 23 settembre 2020.
L’Associazione DiCultHer Faro Sicilia viene creata per sostenere gli intenti della Convenzione:
a) riconoscere che il diritto al patrimonio culturale è inerente al diritto di partecipare alla vita culturale, così come definito nella Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo; b) riconoscere una responsabilità individuale e collettiva nei confronti del patrimonio culturale; c) sottolineare che la conservazione del patrimonio culturale, e il relativo uso durevole, hanno come obiettivo lo sviluppo umano e la qualità della vita; d) prendere le misure necessarie per applicare le disposizioni di questa Convenzione riguardo al ruolo del patrimonio culturale nella costruzione di una società pacifica e democratica, nei processi di sviluppo durevole nella promozione della diversità culturale e a una maggiore sinergia di competenze fra tutti gli attori pubblici.
“In Sicilia nulla dev’essere inventato perché tutto già esiste. Dobbiamo prenderne consapevolezza e imparare a trasformare le immense risorse di cui è intriso il nostro territorio in valore sociale, culturale, economico.” - commenta la presidente Viviana Rizzuto - “Perché ciò accada si deve lavorare con le Cooperativa di Comunità Impresa Sociale “Identità & Bellezza” – Museo Diffuso dei 5 Sensi di Sciacca comunità affinché i residenti diventino “abitanti consapevoli” del valore e “competenti” dei processi di valorizzazione e cura del patrimonio comune, di cui sono eredi”.


Questo il percorso del Museo Diffuso di Sciacca (https://www.museodiffusosciacca.it) e del più importante progetto partecipativo italiano su scala regionale, #iziTRAVELSicilia  (https://izi.travel/it/search/sicilia). “COMUNITÀ e IDENTITÀ per generare crescita sostenibile, attraverso lo strumento della narrazione per ritrovare conoscenza e coscienza dell’identità
di un territorio. Per generare un’economia fondata sulla bellezza” è quanto afferma il Direttore, Emilio Casalini. L’Associazione DiCultHer Faro Sicilia, presieduta da Viviana Rizzuto (già
presidente del CDA della Cooperativa di Comunità “Identità e Bellezza” che gestisce il Museo diffuso dei 5 sensi) e diretta da Emilio Casalini (già Direttore creativo della stessa Cooperativa), ha come Vicepresidenti Elisa Bonacini (ideatrice e coordinatrice di #iziTRAVELSicilia nonché membro del CDA della Cooperativa) e Carmine Marinucci (già Presidente DiCultHer) e come segretario Giovanna Maria Craparo (già Responsabile legale della Cooperativa).
Il Vicepresidente Elisa Bonacini evidenzia come la nascita dell’Associazione “prosegua un percorso già avviato dal Museo diffuso di Sciacca e da #iziTRAVELSicilia - il processo di co-creazione partecipativa digitale più ampio mai registrato su questa scala - di valorizzazione del patrimonio culturale in tutti suoi aspetti e, in particolare, secondo la definizione che ne viene data nella Convenzione di Faro che sostiene l’idea che la conoscenza e l’uso del patrimonio rientrino nel diritto di partecipazione dei cittadini alla vita culturale, così come definito nella Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo”.
L’Associazione è aperta all’adesione di persone giuridiche, studi associati o organismi, anche stranieri, che operano nel territorio siciliano, previa presentazione di una candidatura motivata che evidenzi le attività sulla creazione di valore attraverso progetti di comunità territoriale o partecipativi. Per DiCultHer, sottolinea il Vicepresidente Carmine Marinucci, “una grande
opportunità di interagire nelle comunità patrimoniali per dare concretezza e prospettive alle proprie attività nei territori e per favorire l’uso consapevole del Web, delle tecnologie ad esso collegate e degli strumenti e tecniche di comunicazione rese disponibili dal digitale”. Una grande opportunità per lavorare insieme a chi opera nei territori per sostenere le attività di educazione e formazione finalizzate a riconoscere il valore della ‘cultura digitale’ e co-
creare percorsi culturali digitali in attuazione sia della Carta di Pietrelcina sull’educazione all’eredità culturale sia della Convenzione di Faro.

Ben oltre, quindi, il semplice utilizzo delle mere tecnologie ICT ai fini della valorizzazione, il ‘sapere’ digitale sta offrendo occasioni di ri-configurazione dei luoghi culturali come ‘eredità comuni’. In questo senso, il digitale sta Cooperativa di Comunità Impresa Sociale “Identità & Bellezza” – Museo Diffuso dei 5 Sensi di Sciacca assumendo valenza metodologica ed epistemologica, strutturale e di contesto per una nuova ermeneutica della Cultura e dell’Eredità Culturale, per favorire la riorganizzazione dei saperi, l’apertura ai contenuti, una nuova governance del patrimonio e dei territori. Il nostro auspicio, come prima Associazione nata con questi obiettivi sul territorio siciliano, è quello di riuscire a contribuire fattivamente alla creazione di una pluralità di Associazioni territoriali, che hanno finalità e caratteristiche analoghe, con lo scopo di fare rete, di valorizzarne le differenze dei vari contesti territori, esaltandone lo spirito, la condivisione di buone pratiche e servizi comuni. Alle Associazioni territoriali potranno aderire realtà istituzionali, realtà associative e singole persone che, condividendone spirito e obiettivi, siano disponibili a collaborare per la valorizzazione del
patrimonio culturale del proprio territorio.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento