Attualità

Feriti e abbandonati, tre cuccioli rimangono ciechi dopo le ferite

La denuncia arriva dalla volontaria Chiara Calasanzio, che gestisce il rifugio "Ohana" e che ha tratto in salvo nei giorni scorsi i randagi

Abbandonati e maltratti (in un caso presi a picconate), tre cuccioli rimangono ciechi. A denunciarlo è il rifugio "Oasi Ohana" di santa Margherita di Belice, gestito e fondato da Chiara Calasanzio.

Si tratta di tre cani divenuti loro malgrado noti in queste settimane: Hola, la cucciola lanciata da un auto a Menfi lo scorso 13 aprile e Tik e Tak, presi a picconate in testa a Mazzarino. Se la prima si è già accertato essere cieca, negli altri due casi vi è uno stato di ciecità che potrebbe però essere anche temporanea.

"Purtroppo avevo questo presentimento - commenta Chiara Calasanzio - Vedevo che la piccola Hola seguiva più la voce che i movimenti, ma speravo di sbagliarmi. Nessuno potrà dire se la cecità è legata ai traumi, ma appare molto, molto probabile. Il mostro che l'ha lanciata è riuscito a impedire che possa vedere il mondo, ma abbiamo visto come Hola veda e parli con il cuore, tanto che ha 'adottato' una gattina randagia anch'essa con problemi neurologici. Ci stanno arrivando tante richieste di adozione congiunta, cagnolina e gattina, anche ora che la gente sa dei problemi di Hola".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feriti e abbandonati, tre cuccioli rimangono ciechi dopo le ferite

AgrigentoNotizie è in caricamento