rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità

BIT Milano, presentata l’edizione numero 75 del “Mandorlo in fiore”: c’erano anche Schifani e la Santanchè

E’ il fiore all’occhiello tra gli eventi promossi a ridosso della primavera. Ma si è parlato anche di Menfi proclamata “Città del vino”

Festa del “Mandorlo in fiore” in primo piano alla Borsa internazionale del turismo a Milano. La “Costa del mito”, prima destinazione costiera di Sicilia con 150 chilometri di spiagge incontaminate,  falesie e riserve naturali, templi e antichi borghi, ha lanciato i grandi eventi del 2023 che definisce “emozioni tra cielo, mare e archeologia”.

E tra questi il fiore all’occhiello è stato il “Mandorlo in fiore” in programma dal 5 al 12 marzo prossimi ad Agrigento, con il 65° Festival internazionale del folklore e il 20° Festival internazionale "Bambini del Mondo”: una manifestazione che celebra la rinascita e la fioritura precoce dei primi mandorli e diffonde messaggi di armonia e di pace tra i popoli. Una trentina le nazioni di quattro continenti che rappresenteranno i Patrimoni Immateriali Unesco e le tradizioni popolari.

È stata presentata anche la candidatura di Agrigento a Capitale Italiana della Cultura 2025, dopo essere rientrata nella lista ristretta di dieci città in corsa per il titolo, con un programma intenso  di eventi.

E, dopo Agrigento, è stata la volta di Menfi, proclamata “Città del vino 2023”, con il suo intenso programma per appassionati ed esperti di vino, escursionisti, amanti della storia e dell’arte: itinerari eno-culturali attorno al concept “Vino, paesaggio ed architettura”: visite guidate e narrate, premi e concorsi (Donne&Vino, DiVinScatto, il Premio Tomasi di Lampedusa), gare sportive come la Granfondo della Strada del vino delle Terre Sicane e Inycon Sailing Cup, ma anche degustazioni guidate,  laboratori, spettacoli e percorsi d’arte.

E poi la presentazione dei prodotti "Diodoros" della Valle dei Templi, i sapori della Storia, frutto di coltivazioni secolari: dal vino, all'olio, dal miele alle confetture e al nettare di fichi d'india, dalle marmellate di agrumi alle creme di pistacchio, al cioccolato di Agrigento e tanto altro ancora.

Alla presentazione alla stampa, ad aprire il focus sulla Costa del Mito, è stato l'amministratore della DMO Distretto Turistico Valle dei Templi, Fabrizio La Gaipa, che ha presentato un video delle maggiori attrattive della Costa del Mito. A seguire un videomessaggio di Gaetano Savatteri, giornalista e scrittore, noto ai lettori per i suoi romanzi gialli e al pubblico televisivo per essere il papà di Saverio Lamanna, insolito investigatore della fortunata serie di Rai 1 "Màkari". Sono intervenuti il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè, presidente della DMO; l'assessore alla cultura, turismo, sport e spettacolo Costantino Ciulla; Giovanni Di Maida, direttore organizzativo del 75°Mandorlo in Fiore; Letizia Casuccio, direttore generale di Coopculture; Carmelo Cantone, presidente della Commissione permanente consiliare turismo e spettacolo di Agrigento; il sindaco di Sambuca di Sicilia Leonardo Ciaccio; Gori Sparacino, direttore della Fondazione italiana “Strade del vino”; Fabio Gulotta, fondatore e direttore della “Strade del Vino” e dei ”Sapori della Valle dei Templi”. Lillo Pisano, deputato nazionale, ha parlato di Agrigento e delle straordinarie opportunità che sta vivendo il territorio. Il panel ha visto un fuori programma con la presenza del ministro del Turismo, Daniela Santanchè e dell’assessore regionale del turismo, Elvira Amata. E allo stand “Sicilia”, definito il più bello della fiera, è intervenuto anche il presidente della Regione siciliana Renato Schifani. 

L’impegno della Regione siciliana

La Regione Siciliana si presenta all’edizione della BIT 2023 reduce da una stagione che ha fatto registrare importanti risultati in termini di arrivi turistici, nazionali e internazionali, secondo i primi dati, ancora provvisori, diramati dall’Osservatorio turistico regionale per il 2022.

In continuità con il 2021, in sostanza, si registrano nuovamente variazioni positive nelle principali variabili relative alla movimentazione dei turisti sia italiani che stranieri. Nelle strutture ricettive siciliane, a fine 2022, si sono contati oltre 4 milioni 858 mila arrivi (+56% rispetto al 2021) e 14 milioni 700 mila presenze complessive di cui circa 6,4 milioni straniere (pari al 43,5% del totale). Il dato sulle presenze complessive segna una crescita di circa il 51,7%, rispetto a quello dello stesso periodo del 2021, quota che, nel caso degli stranieri risulta superiore al 136%, mentre è più contenuta per il turismo interno (+18,9% le presenze degli italiani a fine 2022).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BIT Milano, presentata l’edizione numero 75 del “Mandorlo in fiore”: c’erano anche Schifani e la Santanchè

AgrigentoNotizie è in caricamento