"Ha promosso percorsi di integrazione", la coop "Delfino" vince riconoscimento

La stessa ha potuto segnalare, in qualità di ente proponente, anche la canditura della cooperativa sociale Al Kharub vincitrice invece del logo “Welcome. Working for refugee integration”

Alcuni dei componenti della coop premiata

C'è anche una cooperativa agrigentina che si occupa di accoglienza tra quelle scelte dall'alto commissariato delle nazioni unite per i rifugiati per ricevere il logo "We welcome", un riconoscimento alle aziende che, in Italia, si impegnano per favorire i processi d’integrazione lavorativa dei beneficiari di protezione internazionale. 

Si tratta della cooperativa sociale sanitaria "Delfino”, che da anni si occupa dell'attivazione di tirocini di inserimento/reinserimento lavorativo per le persone immigrate ospitate. La "Delfino” ha potuto segnalare, in qualità di ente proponente, anche la canditura della cooperativa sociale Al Kharub vincitrice invece del logo “Welcome. Working for refugee integration”.

"Attraverso l’esposizione del logo, le aziende perseguono, insieme all’Unhcr - dice una nota - gli obiettivi di testimoniare l’adesione a un modello di società inclusiva, prevenire e combattere sentimenti di xenofobia e razzismo nei confronti dei richiedenti asilo e dei beneficiari di protezione internazionale. Questo comporta l’assunzione di una parte di responsabilità nella costruzione di una società più sensibile ai bisogni di chi è stato costretto ad abbandonare il proprio paese a causa di guerre, conflitti e persecuzioni".

Il 10 novembre, le due cooperative riceveranno il premio insieme alle altre aziende italiane che, con grande orgoglio e dedizione, contribuiscono quotidianamente alla costruzione di una realtà sociale attenta ad un’integrazione reale e possibile, in un evento online.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Scoppia una maxi rissa a Porto Empedocle, più feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento