"Premio Gregorio di Agrigento", via al bando: ecco tutto quello che occorre

Il concorso finalizzato a sostenere il lavoro di rielaborazione e approfondimento di una tesi di laurea, dottorato o specializzazione ai fini della sua pubblicazione

FOTO ARCHIVIO

Via al bando relativo al premio intitolato al vescovo Gregorio di Agrigento, che ha l’obiettivo di sostenere il lavoro di ricerca di giovani studiosi sulla Valle dei Templi. Il premio, che ammonta complessivamente a 5000 euro, è finalizzato a sostenere il lavoro di rielaborazione e approfondimento di una tesi di laurea, dottorato o specializzazione ai fini della sua pubblicazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Possono partecipare al concorso tutti coloro che  abbiano discusso presso una università europea o extraeuropea, negli anni che riguardano 2017/2018 o 2018/2019, una tesi di laurea magistrale o equivalente, o una tesi di specializzazione o di dottorato, su aspetti dell'archeologia o del paesaggio o su temi legati alla fruizione e valorizzazione della Valle dei Templi di Agrigento. La scadenza per la partecipazione è fissata al 31 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento