rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Attualità

Trasporto di merci pericolose, scatta l'operazione "Alto impatto": elevate 13 mila euro di multe

Dopo il disastro di Bologna, ben 39 le violazioni riscontrate: in qualche caso mancavano gli estintori, in altri i mezzi utilizzati non erano perfettamente efficienti

In qualche caso mancavano gli estintori, in altri i mezzi utilizzati per il trasporto non erano perfettamente efficienti e, in altri ancora, non c'era il rispetto dei tempi di guida e di riposo dei conducenti. Per non parlare poi di difetti e mancanze dei titoli autorizzativi e della documentazione necessaria. Sono ben 39 le violazioni riscontrate, nell'arco di controlli mirati effettuati in 4 giorni, dalla polizia Stradale di Agrigento che ha acceso - su disposizione del ministero dell'Interno - i riflettori sui veicoli adibiti al trasporto delle merci pericolose, infiammabili, materiale tossico e corrosivo come benzina, gasolio, ammoniaca od altri liquidi o gas. 

Ben 39 violazioni che hanno fatto scattare - a conducenti, vettori e committenti del trasporto - sanzioni per complessivi 13 mila euro. L'operazione, svoltasi lungo tutta la penisola, - dopo il disastro verificatosi a Bologna - è stata chiamata "Alto impatto". Questo genere di mezzi, per la particolarità del carico che trasportano, hanno da seguire delle regole rigidissime.

Questi controlli - ad opera della sezione polizia Stradale di Agrigento, con i distaccamenti di Canicattì e Sciacca - saranno ulteriormente intensificati anche nelle prossime settimane.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto di merci pericolose, scatta l'operazione "Alto impatto": elevate 13 mila euro di multe

AgrigentoNotizie è in caricamento