Piazza Pirandello, la cera del Mandorlo non va via: transito ancora inibito

Lo strato scivoloso creatosi in seguito alla "Fiaccolata dell'amicizia" non è del tutto rimosso, si spera che le temperature primaverili aiutino

Il cartello installato in piazza Pirandello

E' passata una decina di giorni dalla "Fiaccolata dell'amicizia" e in piazza Pirandello non è stata ancora del tutto rimosso lo strato di cera che copriva l'area intorno al Comune.

Per ridurre la scivolosità, come noto, fu versata abbondante sabbia che però ha limitato il problema solo in parte. Così il Comune, per evitare incidenti (e limitare ricorsi e richieste di risarcimento) ha emesso due ordinanze che hanno progressivamente inibito al transito delle due ruote piazza Pirandello e larga parte del centro città lungo il percorso della sfilata del Mandorlo in fiore, limitando anche la velocità delle auto a soli 10 chilometri orari.

Ordinanze firmate e ad oggi non seguite da espliciti atti di revoca, con i divieti confermati, fino ad un paio di giorni fa, da specifica cartellonistica stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Impennata di contagi da Coronavirus, Camastra diventa zona rossa

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento