Ordine degli architetti e Comune di Grotte: firmato protocollo per valorizzare il territorio

E' stato stipulato ieri dal sindaco Provvidenza e dal presidente Cimino

Provvidenza e Cimino

Ordine degli architetti e Comune di Grotte: firmato un protocollo d’intesa per la valorizzazione e la preservazione paesaggistica e architettonica del territorio. Non solo. I cittadini, protagonisti della convenzione, potranno richiedere da subito la valorizzazione dell’immobile che intendono vendere o cedere in locazione. E’ inoltre in itinere la costituzione di un gruppo di tecnici liberi professionisti che offriranno il proprio supporto dell’Amministrazione comunale, nell’ottica di attivare e seguire da vicino la crescita architettonica e urbanistica del territorio.

La convenzione è stata firmata ieri pomeriggio al Municipio, da Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento, e dal sindaco Alfonso Provvidenza nel corso di un incontro al quale hanno partecipato Giuseppe Grimaldi, vicepresidente dell’Ordine degli architetti, gli assessori comunali Antonino Caltagirone, Vincenzo Agnello, Miriam Cipolla e diversi liberi professionisti grottesi.  

“Con la firma del protocollo d’intesa – afferma Alfonso Cimino – si punta a valorizzare e preservare il territorio, sotto il profilo architettonico e paesaggistico, consentendo lo sviluppo armonico del patrimonio edilizio presente. A tal proposito, l’Ordine offre al Comune la possibilità di sperimentare il collegamento tra pratica professionale e i propri iscritti come struttura organizzativa e bisogni di realizzazione di idee e interventi richiesti dal Comune e mirati allo sviluppo del patrimonio edilizio presente. Un gruppo di Consiglieri dell’Ordine, Lorenzo Violante, Giuseppe La Greca e Giuseppe Lalicata, attraverso delle schede prestabilite, effettuerà il monitoraggio degli edifici esistenti in centro storico per un possibile recupero utilizzando anche strumenti finanziari quali il Sisma bonus e l’Ecobonus. Inoltre, sarà possibile, attraverso apposita mappatura degli edifici schedati, pensare a sistemi di valorizzazione e di rilancio turistico alberghieri e di accoglienza. E’ un modo nuovo di fare politica da parte di un Sindaco lungimirante che, attraverso la nostra collaborazione, vuole rilanciare e rigenerare la propria cittadina. Noi, come architetti, siamo ben lieti di stare al fianco di amministrazioni che guardano al proprio centro storico come una risorsa”.

Il sindaco Provvidenza, che si è detto “ben lieto della firma della convenzione con l’Ordine degli architetti e con il presidente Cimino con il quale fin da subito si è instaurato un ottimo rapporto di collaborazione istituzionale” ha avviato il processo di valorizzazione del patrimonio immobiliare invitando i cittadini “a manifestare l’interesse alla valorizzazione dei propri edifici consentendo, così, al gruppo operativo dell’Ordine, di comprendere se l’edificio ha le caratteristiche necessarie e sufficienti ad accogliere il processo di valorizzazione”. I cittadini, dunque, possono partecipare all’attività operativa dell’Ordine e del Comune “dando visibilità – prosegue il sindaco - a un immobile di proprio interesse cogliendo la possibilità di pubblicizzare la proposta di valorizzazione del fabbricato”. Infine, il sindaco Alfonso Provvidenza, cogliendo l’occasione della presenza dei tecnici, ha fatto il punto sugli obiettivi raggiunti nel finanziamento di diverse opere pubbliche grazie all’impegno della sua Amministrazione e dell’Utc  e, su sollecitazione del presidente Cimino, istituirà, tramite l’apposita manifestazione d’interesse da pubblicare sul sito istituzionale del Comune, il gruppo tecnico di liberi professionisti che possa supportare l’Amministrazione affiancando l’ufficio Tecnico comunale nella crescita architettonica e urbanistica del territorio. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento