Pasquale Mirabile non c'è più, l'imprenditoria agrigentina piange un Cavaliere del lavoro

L'uomo aveva 87 anni. Si occupava, insieme ai fratelli, di diversi settori, dalla distribuzione alimentare ai trasporti postali fino alla raccolta dei rifiuti

L'imprenditoria agrigentina piange Pasquale Mirabile. Il cavaliere del lavoro si è spento all'età di 87 anni. ondatore nella prima metà degli anni ‘70, insieme ai tre fratelli, del gruppo imprenditoriale che si occupava di diversi settori, dalla distribuzione alimentare ai trasporti postali fino alla raccolta dei rifiuti.

"In particolare, il Cavaliere Mirabile, si era occupato in prima persona della sua azienda che curava il settore della distribuzione per conto di grandi marchi come Alemagna e Algida. Si è poi dedicato - si legge in una nota della Sea -  ai trasporti per conto di Poste italiane fino a collaborare insieme agli altri fratelli Mirabile, al comparto legato ai rifiuti incentrando i suoi sforzi sul territorio di Sciacca dove ha anche fondato la Sam, azienda che si occupa di riciclo dei rifiuti. Imprenditore noto ed apprezzato, Pasquale Mirabile, ha dato un contributo importante alla crescita socio-economica del territorio. Lo scorso aprile, al termine di una lunga malattia, era venuto a mancare il fratello Antonio. Per la scomparsa del Cavaliere Mirabile, i dipendenti della Sea hanno espresso il loro cordoglio ricordando la sua figura come “un uomo dalla grande disponibilità e caratura umana ed imprenditoriale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Il nuovo Dpcm 3 dicembre, cosa si può fare e non fare: tutte le regole di Natale 2020 (e i metodi per "aggirarle")

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento