Palo di una porta addosso ad un ragazzino, Di Rosa: "La città non merita questo"

L'allarme è stato lanciato dal coordinatore del movimento cittadino, Mani Libere

“Un ragazzino, ieri, ha rischiato di farsi veramente male. Un palo della porta da calcetto gli è crollato addosso”. E’ questo l’allarme lanciato dal movimento cittadino, Mani Libere. A parlare è Giuseppe Di Rosa: “ L'amministrazione Firetto ha privatizzato anche lo sport, per poco più di 8000 euro annue di introiti ha esternalizzato milioni di euro di patrimonio comunale privatizzando di fatto lo sport, per i giovani agrigentini solo sport a pagamento, anche a San Leone. E’ vietato dalle leggi vigenti esternalizzare la gestione di impianti su territorio demaniale, è vietato fare sport libero per l'incuria e l'abbandono da parte dell'amministrazione, campo di calcio e basket, pista di pattinaggio, tutto abbandonato.

Agrigento merita di più ed altro, Agrigento non può diventare la città dove tutto è permesso a pochi. Lo sport non deve essere solo per le elite”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento