rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Accoglienza / Lampedusa e Linosa

Celebrazioni per il 3 ottobre, gli studenti incontrano i sopravvissuti ai naufragi

Intanto il "Comitato 3 ottobre" ha chiesto che domani, anniversario del tragico naufragio che uccise 368 persone, diventi la "Giornata Europea della Memoria e dell'Accoglienza"

Sono più di 300 gli studenti, provenienti da tutta Italia e dall'Europa, che fra poco meno di due ore incontreranno i sopravvissuti dei naufragi del 3 e 11 ottobre 2013 e i familiari delle vittime.

"La ragione per cui siamo qui è principalmente per ricordare chi ha perso la vita nel tragico naufragio, ma anche per dare un momento di conforto e ritrovo per le famiglie dei naufraghi e degli stessi sopravvissuti. Anche adesso che siamo qui, ci sono tante, tantissime, persone che sono in attesa di partire dalla Libia e che ogni giorno rischiano la vita. Non è solo una persona che vogliamo ringraziare, ma tutta Lampedusa che ci ha salvato la vita ed aiutato. Ringraziamo,, oggi, a distanza di 9 anni, Vito e Costantino che ci hanno tirato via dal mare, ma soprattutto Lampedusa che ci ha dato la possibilità di una seconda vita" - ha aggiunto un altro dei sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre 2013 -".

E' iniziato, con queste parole,  pronunciate da uno dei sopravvissuti al naufragio del 3 ottobre, l'incontro con gli oltre 300 studenti che si sta svolgendo nel cortile dell'istituto omnicomprensivo Pirandello di Lampedusa. In totale una sessantina i migranti superstiti a due naufragi, quello del 3 e quello dell'11 ottobre tra eritrei ed etiopi. Domani, alla marcia di solidarietà, nell'ultimo giorno della "Giornata della memoria e dell'accoglienza", sarà presente anche il presidente della Camera Roberto Fico.

"Come sempre invitiamo tutte le istituzioni italiane ed europee, aspettavamo tante autorità per essere vicini a studenti, sopravvissuti e familiari, ma ci ha risposto, accettando il nostro invito, solo il presidente Fico. Ci hanno risposto anche alcuni del parlamento europeo e dell'agenzia per ricordare dare un segnale forte all'Europa", ha concluso Tarek Ebrhane.

Intanto il "Comitato 3 ottobre" ha chiesto che domani, anniversario del tragico naufragio che uccise 368 persone, diventi la "Giornata Europea della Memoria e dell'Accoglienza". 

A Lampedusa si ricorda la strage del 3 ottobre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celebrazioni per il 3 ottobre, gli studenti incontrano i sopravvissuti ai naufragi

AgrigentoNotizie è in caricamento